giovedi` 02 febbraio 2023
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Ecco l'Israele che non ti aspetti (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Il nuovo governo in Israele 09/01/2023


La Knesset, il Parlamento israeliano

Gentile signora Fait, la ringrazio per la risposta ma la prego di non divagare. Innanzitutto é ovvio che gli israeliani abbiano diritto di scegliere chi li governa. Ho detto e ripeto che nel commento della redazione all'articolo del Foglio, i dubbi sul nuovo governo, sono espressi anche da altri giornali. Sempre israeliani .Si smetta di definire un pericoloso sovversivo di sinistra (vedi Haaretz) chi non strilla Viva Bibi. Secondo, io come cittadino di una democrazia, mi sento molto più tutelato dal principio della separazione dei poteri, che dalla subordinazione della magistratura al potere esecutivo. Tanto più che Israele ha la Costituzione non scritta ma (cosiddetta) flessibile come in Inghilterra. Il potere politico senza controllo di legalità può mettere in pericolo anche l'unica democrazia del Medio Oriente . Terzo, Arye Dery era già stato condannato a sei anni per corruzione, o sbaglio? Era stato interdetto dalla attività politica, o sbaglio? Quarto, vogliamo finirla con il separatismo " furbo" dei haredim?Israele non si può permettere di avere gente che vive di privilegi, senza farsi carico dei doveri come tutti gli altri cittadini. Quinto, mantenere i programmi delle scuole religiose senza introdurre anche materie "secolari" necessarie alla crescita culturale della popolazione e alla loro futura, dignitosa attività lavorativa, significa condannare il 12% della popolazione ad una condizione di indigenza a vita. Cosa che nessuno stato si può permettere. Infine, ha sbagliato Liberman? Probabilmente sì ma ha consegnato il bilancio dello stato in ordine e in avanzo fiscale. Cosa che, permetterà al premier di finanziare le costose promesse elettorali , fatte per vincere le elezioni. Nel salutarla, le confermo di volere il bene di Israele quanto lei. Se non altro perché oltre ad essere un ebreo romano ,ho due figli con relativi nipoti che vivono in Israele. Cordiali saluti.

Donato Piazza.

***

Cara Deborah, Non sono mai stata di sinistra e mai lo sarò'. Ma questa difesa di questo governo mi fa infuriare e parecchio. Un governo formato da incompetenti e farabutti. Dery e' stato dentro due volte per truffa fraudolenta e furto. È riuscire a non entrare in prigione promettendo di uscire dalla vita politica. 3 mesi dopo era al parlamento, minacciando di licenziare la consigliera giuridica dello Stato quando glielo aveva fatto notare. Ora è ministro del Tesoro. Bello, no? Smotrich con vari trucchi è riuscito ad evitare di fare il servizio militare. In una manifestazione ha cercato di ustionare i soldati con olio bollente. Ora è ministro dell'economia e afferma che il suo modello è l'economia biblica. Non ho idea cosa significa, torneremo a scambiarci merci sui cammelli? Il ministero dell'educazione è stato diviso in 5. Una grossa parte è in mano di un certo Moshe Maoz. Fermamente convinto che il ruolo delle donne è figliare, è attivo contro l'arruolamento delle donne. Chi gli ha fatto notare che una società moderna e l'esercito hanno bisogno di ingegnere, dottoresse, matematiche e scienziate, ha replicato che il loro posto è a casa. nei suoi programmi che intende portare nelle scuole c'è lo scoraggiamento di studio per le donne. (centinaia di direttori scolastici, compresi quelli religiosi, hanno avvertito che i suoi programmi non entreranno) Il ministro delle costruzioni ignorava che c'è una crisi, che non ci sono case e che gli affitti sono alle stelle. Ben Gvir e' un teppista che l'esercito ha rifiutato di arruolare. Bibi ha raddoppiato i sussidi agli studenti delle Yeshivot (scuole religiose ebraiche) i quali non si arruolano e non lavorano. I soldi verranno presi da chi lavora e paga le tasse. Già 50 società di Hi tech hanno avvertito che preferiscono passare a Cipro e pagare le tasse al governo cipriota. Gli ultraortodossi saranno così condannati ad una vita di ignoranza e povertà, come mi disse un ex studente di yeshivot fuggito da quel mondo oscuro. Secondo la legge si potrà discriminare una persona "secondo la propria coscienza". In parole povere: un medico potrà rifiutare di curare un omosessuale, una donna, un ebreo riformato, un arabo...se sarà contro i suoi principi. la legge per cui le donne non possono essere discriminate sarà abolita. È sufficiente? La legge che proibiva la perquisizione delle borse prima e durante Pesach negli ospedali sarà abolita E poi l'ultima e grave : i verdetti del tribunale dell'alta corte potranno essere aboliti dal parlamento stesso. Così fece Hitler ed ora passo al problema demografico. Moltissimi giovani laici hanno dichiarato che non desiderano più vivere qui. Perchè fare il servizio militare quando 200.000 giovanotti sani stanno a pregare tutto il giorno? Perchè pagare le tasse per mantenerli? Cosa dovrebbe fare una docente donna che non potrà insegnare perchè una donna? queste cose sono accadute e continuano ad accadere. Cosa farà una donna ingegnera che non potrà svolgere il proprio lavoro se nel suo ufficio ci saranno ultraortodossi? una cosa è difendere Israele, una cosa è difendere lo Stato democratico che viene minacciato giorno per giorno Saluti

Clara

 Gentili Clara e Donato,
Leggere le vostre lettere mette paura perchè, in teoria, è la verità. In pratica non è ancora successo niente di quello che paventate e spero ardentemente che non accada mai. Netanyahu è stato, anche a detta dei suoi nemici, uno dei migliori leader della politica internazionale perciò non posso e non voglio pensare che accetti di finire la sua prestigiosa carriera presiedendo un governo così negativo. Io, per natura ottimista, voglio avere fiducia in lui e nel popolo di Israele perchè hanno affrontato e vinto problemi molto più gravi. Tutto quello che scrivi, Clara, Bibi lo sa e vuoi che accetti una situazione simile? Sarebbe la sua fine come politico e come sionista. Rovinerebbe sè stesso e la sua reputazione. Direi quindi di aspettare prima di gridare -al lupo, al lupo-. Faccio ancora un paragone con l’Italia. Quando, in settembre, ha vinto Giorgia Meloni, tutti a gridare al pericolo fascista, a prevedere bande di -camicie nere- girare per il Paese brandendo bottiglie di olio di ricino e manganelli. Niente di tutto ciò è accaduto e la democrazia è viva e vegeta. Una cosa però la voglio dire all’amico Donato. Haaretz non è considerato sovversivo perché non grida -Viva Bibi- ma perché alcuni dei suoi giornalisti sembrano allievi di Goebbels o di Stalin, a sua scelta. La demonizzazione di Israele è quotidiana, qualsiasi sia il suo governo, la difesa e giustificazione del terrorismo palestinese altrettanto. Consiglierei di aspettare che prevalga su tutto la grande, viva e vivace democrazia israeliana. In caso contrario cadrà il governo. Poi si presenterà un altro problema: non ci sono alternative a Netanyahu, al momento. Non c’è nessun politico capace di essere leader e di affrontare con mano ferma le pretese dei palestinesi e la loro violenza. Un cordiale shalom

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT