domenica 26 giugno 2022
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Studioso islamico Usa: parole di odio contro Israele (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Gerusalemme ebraica 25/04/2022

Israele è l'unica certezza per la libertà di tutti a Gerusalemme | Focus On  Israel
Gerusalemme

Gent.ma Deborah Fait, non posso che rinnovare tutto il mio sostegno, gia' espresso in passato, stavolta con un plauso per i suoi ultimi interventi: - Mariupol è caduta, sostiene il criminale di Mosca. Vinceremo combattendo, risponde Zelensky, 23 aprile 2022 - Arrendetevi o vi sterminiamo e dal Papa solo retorica e parole vuote, 19 aprile 2022. Finalmente qualcuno che parli chiaro su vari personaggi tra cui l'"intoccabile" Bergoglio. Un cordiale saluto ed un caloroso incoraggiamento a proseguire! Paolo Boggiatto

 Gentile Paolo, La ringrazio per il plauso che mi ha fatto un grande piacere. Sa com'è, quando si è liberi da partiti o padroni vari, è più facile scrivere esprimendo le proprie idee. Quasi sempre i giornalisti delle grandi o piccole testate sono probabilmente repressi da ordini superiori legati a questo o quel partito. Guai a toccare Bergoglio e, quando se ne parla, è sempre con toni celestiali quasi fosse un essere ultraterreno. No, Bergoglio è anche un capo di stato quindi, a mio parere, criticabile come tutti gli altri. Grazie ancora e un cordiale shalom

***

Gentile Deborah, Lei ha tutte le ragioni di indignarsi quando sente o legge che si vuole mettere in discussione l'ebraicita' di Gerusalemme. Da cattolico dico che è semplicemente vergognoso sentire simili discorsi. Come è vergognoso sentire qualcuno, mi sembra Crozza, che ci viene a dire che Gesù era palestinese, come non si sapesse che era un ebreo, e quindi sotto sotto far intendere che era arabo. Direi ignoranza storica totale e senza nessuna giustificazione Cordiali saluti

Giovanni Cattani

 Gentile Giovanni, Purtroppo è diventato di moda disconoscere l'ebraicità di Gerusalemme e di Tutta Israele e questa vergogna deriva dalla sottomissione dell'ONU agli arabi, arabi palestinesi in testa. Un paio di settimane fa l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione che disconosce i legami degli ebrei con il Monte del Tempio (Har haBait), denominandolo solo con il nome arabo Haram al Sharif. Questa risoluzione è stata approvata con 129 voti contro !1. Significa che 129 nazioni pensano che il Monte, il luogo più sacro dell'ebraismo, dove fu eretto il Tempio di Salomone, sia esclusivamente sacro all'islam. È talmente caro ai musulmani che lo deturpano con rivolte, lo sporcano e lo dissacrano, oltre a riempire la moschea di armi di ogni genere. Quanto a quel "Gesù palestinese" di cui anche Crozza si è fatto indegnamente portavoce, fa parte dello stesso disegno, negare il popolo ebraico, la sua storia e rivoltarla in favore dei palestinesi. La cosa che trovo veramente stupida è che l'occidente sa perfettamente quando nacque l'islam, 3000 anni dopo Gerusalemme e il Tempio degli ebrei, eppure si presta a questa indecente pagliacciata ed è complice degli arabi nel tentativo di cancellare il popolo ebraico dalla storia. Non è ignoranza, mi creda, è qualcosa di peggio, molto peggio: è il nuovo antisemitismo, ormai su scala internazionale. Un cordiale shalom

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT