domenica 28 novembre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Ricordiamo i profughi dimenticati (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Ciechi e guerci 05/11/2021

Anche io chiedo scusa a Michela Murgia come il generale Tricarico | Tempi
Michela Murgia

Buongiorno, Oggigiorno, dal momento che molti vanno alla ricerca di visibilità/15minuti di celebrità che non si possono negare in democrazia(ecché diamine!!!!), mi domando umilmente se i signori in oggetto conoscano la differenza tra antisionismo e antisemitismo, le origini ecc..... oppure l'origine dello "schwa" e relativa comparazione tra latino/greco e sanscrito. Pare comunque di capire che il loro " cursus studiorum " presenti lacune
Ma, si sa che" in un mondo di ciechi i guerci trionfano"..... Cordialmente

Maria Fiorangela Brunetti.

Gentile Maria, Giorni fa, durante un programma TV, ho sentito Barbara Alberti lodare l'intelligenza di Michela Murgia con un entusiasmo forse esagerato come è nel suo stile. Non metto in dubbio che la signora in questione sia intelligente ma probabilmente non sa usare al meglio questa grande dote o, forse, la nasconde dietro un'ideologia talmente ridicola da farla apparire come un'esaltata, rappresentante comica di una sinistra snob. Quando ha dichiarato, riferendosi al generale Figliuolo, di spaventarsi di fronte a una divisa militare perché gli unici uomini che la indossano sono dei dittatori, ha fatto ridere tutta l'Italia. La Murgia è l'emblema della sinistra politicamente corretta vestale del progressismo liberal ma le sue sparate l'hanno fatta diventare una vera e propria macchietta televisiva. Di Chef Rubio abbiamo già detto tutto, è un antisemita, odia Israele, adora il terrorismo palestinese e dubito fortemente che la Alberti potrebbe entusiasmarsi anche per la sua intelligenza. Un cordiale shalom

***

A Novara i manifestanti non avevano nessuna intenzione di vilipendere la Shoah, anzi. Volevano dimostrare come le discriminazioni inizino con restrizioni limitate, che, se sono accettate dalla maggioranza della popolazione, vengono inasprite sempre più fino al carcere e alla morte. Come sempre, non capite dove sono il vero antisemitismo o odio contro Israele. Chi si indigna per Novara difende gli ebrei solo se sono morti e li attacca se vivi difendono la loro patria. Amo Israele da sempre e l'ho difeso in tutti i miei rapporti di lavoro, sono insegnante, e privati. Ma proprio per questo amore per tutta la storia degli ebrei europei anch'io non vaccinata, discriminata, relegata, obbligata a inocularmi un siero sperimentale se voglio lavorare e quindi avere il necessario per vivere, non posso fare a meno di paragonare questa situazione con quella subita dagli ebrei, considerati allora un pericolo per la sicurezza pubblica. E comincio a capire meglio come il popolo tedesco abbia potuto accettare quell'orrore e chiudere gli occhi. Certo non arriveranno ad ucciderci noi ostinati novax, ma a segregarci sempre più, a toglierci ogni mezzo di sostentamento sì, lo stanno già facendo e la maggioranza del paese accetta e in gran parte approva. Sto offendendo gli ebrei paragonando le due situazioni, sto banalizzando la Shoah? No, di certo. Sto mettendo in risalto il processo mentale, che un capo autoritario, salvifico è riuscito ad innescare in modo che la maggioranza della popolazione accetti le discriminazioni nei riguardi di una minoranza, additata come pericolosa per la sicurezza nazionale. Per me Draghi è affine ad un Hitler e , come lui, è sostenuto da medici simili a Mengele per mentalità pseudoscientifica. Saluti

Maria Madichio

Gentile Maria, Ho già espresso la mia opinione sulla pagliacciata oscena di Novara ed è inutile che mi ripeta. Credo che difendere quella manifestazione e negare che volesse vilipendere la Shoah sia un arrampicarsi sugli specchi. Chi vestiva pigiami a righe ed era circondato da filo spinato, nei campi della morte nazisti? Credo che la risposta sia ovvia ma, come ho scritto nel mio articolo, questo orrore non è solo dei no vax, lo sterminio degli ebrei viene sempre portato ad esempio quando avvengono nel mondo altre disgrazie come la morte in mare dei migranti. Terribile e doloroso ma assolutamente imparagonabile alla persecuzione e genocidio del popolo ebraico. Mi spiace farglielo notare ma sono gli stessi no vax che si stanno segregando da soli. I 5 milioni di morti per il virus stanno urlando al cielo vedendo le piazze stracolme di persone urlanti: no vax, no pass. Io non sono contro chi non vuole il vaccino (padronissimo di ammalarsi) ma sono contro le manifestazioni e contro chi urla che siamo in una dittatura. Siamo di fronte a una pandemia, il pianeta è invaso da questo virus assassino e una minoranza cerca di impedire che la gente si salvi. Un portuale no vax di Trieste, dall'ospedale dove è ricoverato pieno di tubi, ha detto "Ho sbagliato, compagni pensateci su, ho sbagliato". Il poveretto, che spero sopravviva, si è reso conto troppo tardi che il virus non è una semplice influenza ma qualcosa di tremendo. Io rispetto le sue idee perché, ripeto, ognuno è libero di ammalarsi e morire come vuole ma non posso accettare che lei paragoni un presidente del consiglio di una democrazia a un dittatore assassino come Hitler e i medici a un Mengele che squartava i bambini per i suoi "studi scientifici" . Questa è una bestemmia. Cordialmente

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT