domenica 28 novembre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Ricordiamo i profughi dimenticati (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Antisemiti contro Israele 20/10/2021

antisemitismo - Argomenti - la Repubblica

Gentile Deborah Fait, Quello che mi colpisce è come gli ebrei ritornino a commettere sempre lo stesso errore: non capire da dove viene per loro il pericolo. L'hanno fatto allora con I tedeschi del nazismo, con I comunisti di Stalin e lo fanno anche adesso, nel mondo e in Italia soprattutto, schierandosi sempre a sinistra e vedendo sempre nella destra a prescindere un rigurgito di nazismo o fascismo. In Italia non si sono ancora accorti che a sinistra gli ebrei piacciono solo se morti e mai se difendono la loro terra. E così sono sempre pronti a trovare fascismo a destra e mai a sinistra. Un errore di valutazione che potrebbe costare loro caro in Europa con la saldatura fra sinistra e islamici, cosa che avverrà anche I Italia non appena I musulmani riusciranno ad organizzarsi. Saluti

Lettera firmata

Gentile signore,
Come non darle ragione? In poche righe lei ha esposto la situazione esattamente com'è. Gli ebrei, o meglio, una parte di essi, ritengono che il fascismo e l'antisemitismo risiedano tra i partiti di destra europei, italiani compresi, e rifiutano di capire che i sentimenti paranoici antiebraici fanno parte della destra come della sinistra. Nell'ultimo mezzo secolo i comunisti prima e i loro derivati poi hanno portato avanti una propaganda di odio contro ebrei e Israele da far paura. L'antisionismo, gemello dell'antisemitismo, è stato il cavallo di battaglia dei governi di sinistra, le manifestazioni contro Israele dei Centri sociali hanno sconvolto l'Europa per anni. All'ONU, dove i paesi islamici sono ampiamente rappresentati, si sciorinano ad ogni sessione condanne contro Israele, mai contro altri paesi veramente colpevoli di genocidi e repressioni. L'unico presidente americano a riconoscere e annunciare urbi et orbi che Gerusalemme è la capitale di Israele è stato Donald Trump, tacciato di fascismo e detestato da una buona parte degli ebrei americani democratici. Purtroppo, le cose stanno così ed è giusto dirle. Ricordo ancora con orrore una grande manifestazione contro Israele organizzata a Roma da Rifondazione Comunista molti anni fa, quando il mio paese era colpito da terrorismo seriale e quotidiano con migliaia di morti civili, e ricordo che il corteo era stato aperto da individui vestiti da kamikaze mentre sul palco c'era tutta la sinistra plaudente insieme a monsignor Capucci, trafficante di armi con i palestinesi. Applaudivano all'assassinio degli ebrei di Israele. Non vedere il pericolo forse fa parte dell'animo umano e gli ebrei, nei tanti secoli di persecuzioni, non avendo mai fatto nulla di male alla società cui appartenevano, non potevano pensare che ad un pogrom ne sarebbe seguito un altro e un altro ancora fino ad arrivare alla Shoah e alle purghe di Stalin. In Israele vi sono alcuni ebrei che si fidano persino dei palestinesi e vorrebbero dar loro una patria anche a scapito nostro, questo è davvero il colmo. Il popolo ebraico è un popolo buono che crede o spera di vivere in un mondo civile e democratico. Così non è. Il mondo in cui erroneamente crediamo ama gli ebrei morti e odia quelli vivi. Un cordiale shalom

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT