domenica 28 novembre 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Ricordiamo i profughi dimenticati (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Se un gruppo di terroristi... 18/10/2021

Sally Rooney Declines to Release Her Book in Israel - Saty Obchod News
Sally Rooney

Gentile Deborah, nel considerare quanto odio ci fosse alla base della scelta di Sally Rooney, il pensiero è andato alla conferenza intitolata “Promessa dell’avvenire: la Palestina post-liberazione”, tenuta a Gaza lo scorso 30 settembre. Articolo Di Nadav Shragai. Una conferenza ben articolata su come trattare i problemi che dovranno essere risolti con la scomparsa dello Stato di Israele. Un lavoro con tanti interventi di esperti palestinesi, chiaramente sotto la supervisione di Hamas; tra le questioni da risolvere, vi è quella su come trattare gli ebrei israeliani che a secondo della tipologia, diverso sarebbe il trattamento: (un ebreo combattente, un ebreo che fugge, un ebreo pacifico ecc.). Pare che per i capi palestinesi questo "è un problema che richiede una profonda riflessione e una dimostrazione dell’umanità che ha sempre caratterizzato l’islam". A tal proposito, vorrei suggerire agli esperti palestinesi di non sprecare materia trasparente, in quanto gli ebrei israeliani sono tutti Combattenti, e quindi tutti trattati allo stesso modo. Un abbraccio

Angelo Di Palma

Gentile Angelo,
se un gruppo di terroristi qualsiasi avesse fatto una conferenza per decidere cosa fare della popolazione di un paese XY dopo averlo conquistato e distrutto, sarebbe crollato il cielo, i media avrebbero scritto pagine e pagine di pura indignazione, sarebbe stato invocata la guerra al razzismo genocida e il suddetto gruppo di terroristi sarebbe stato messo alla berlina da tutti. Quando l'indegnità riguarda la distruzione di Israele da parte di Hamas il silenzio incombe. Un paio di testate ne hanno scritto, la TV non ne ha mai parlato. Hamas ha tenuto una conferenza che rasenta la follia antisemita, la rinascita del nazismo di marca islamica purtroppo già esistente, per decidere cosa fare degli ebrei quando Israele sparirà dalle carte geografiche ma tutto questo pare non abbia scandalizzato nessuno. La cosa è passata quasi inosservata come fosse normale minacciare di morte un popolo di uno stato sovrano. Secondo questi terroristi, La moneta israeliana dovrà scomparire, varrà zero, e gli ebrei che potranno rimanere in vita saranno solo quelli utili agli arabi, cioè i medici, gli scienziati, gli esperti in tecnologia e nell'industria civile e militare. Gli altri dovranno essere uccisi o, i sopravvissuti, mandati nelle loro "terre d'origine". È tutto scritto, parola per parola, tutto previsto, tutto deciso. Il titolo della conferenza è: "La promessa dell'Aldilà. La Palestina dopo la liberazione": La scomparsa di Israele sarà un evento storico senza precedenti…la fine dell'entità sionista è menzionata nel sacro Corano ed è certa e credibile". Una sola cosa non è stata menzionata in questa vergognosa specie di conferenza di morte: e se Israele non fosse d'accordo? Un cordiale shalom

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT