giovedi` 05 agosto 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

L'Onu criminalizza ancora Israele (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Israele, l'alternanza Ŕ un bene per la democrazia 23/06/2021

Israel Parliament Set To Vote On Anti Benjamin Netanyahu Government
Benjamin Netanyahu

Gentile Deborah, premesso che sottoscriverei al 100% quanto da Lei espresso nel rispondere al Sig. Mario Salvatore Manca, Le segnalo l'articolo di Seth J. Frantzman "The Palestinian vaccine fiasco is how Netanyahu ran Israel" pubblicato oggi dal Jerusalem Post. Ho considerazione per la storia personale e le capacitÓ del premier israeliano uscente, ma non riesco a togliermi dalla testa l'idea che negli ultimi tempi un eccesso di ostinazione abbia finito per nuocere alla sua luciditÓ, e, peggio, anche se in misura reversibile, al Paese che rappresenta. Con stima

Sandro Zanchi

Gentile Sandro,
L'articolo dice esattamente ci˛ che ora penso anch'io di Benjamin Netanyahu. Come ripeto, lui Ŕ stato il mio leader per anni ma, esattamente negli ultimi due, ho notato, io come altri, non solo una stanchezza in lui dovuta anche e soprattutto alle accuse di corruzione, ma una evidente paralisi di tutto il paese che si sentiva praticamente senza una guida. Avevamo bisogno di sangue giovane e di giovani menti che spero varino quanto prima una legge sul premierato a tempo, non all'infinito. E' inevitabile che dopo 12 anni di "potere" anche il pi¨ santo degli uomini cada nella corruzione che qui consiste anche nel ricevere in regalo un portacenere. Per quanto riguarda i vaccini rifiutati per˛ non sono d'accordo con l'autore dell'articolo. Quelli sono vaccini in scadenza che si fanno ancora anche in Israele e l'ANP in un mese e mezzo avrebbe potuto vaccinare centinaia di migliaia di persone. L'autore scrive che nemmeno Israele li avrebbe accettati ma dimentica un particolare: Israele li ha pagati fior di dollari, i palestinesi li dovevano ricevere in regalo infatti hanno giÓ cambiato idea e adesso li vogliono. Tra l'altro Israele li aveva offerti a Abu Mazen durante la pandemia ma lui aveva sempre rifiutato solennemente. Negli ultimi anni ho fatto liti epiche, anche in famiglia, per Bibi e adesso devo ammettere che io avevo torto. Ho ammirato Netanyahu, l'ho sempre votato ma Israele Ŕ pi¨ importante di qualsiasi primo ministro. Quando non va si cambia, a questo serve la democrazia!
Un cordiale shalom

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT