giovedi` 05 agosto 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

L'Onu criminalizza ancora Israele (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






L'ossessione di Nurit Peled 22/06/2021

Dr. Arnon Groiss critiques the work of Prof. Nurit Peled-Elhanan - Israel  Behind the News
Nurit Peled

Cara Deborah, sa che cosa sto pensando? Che il tanto da noi lodato Bibi era troppo tenero. Ho idea (o speranza?) Che col governo Bennet i "palestinesi" avranno pane per i loro denti. Un cordiale shalom

Andrea Citone - Roma (Ovest, ah ah ah!)

Gentile Andrea,  
Negli ultimi due anni Netanyahu, più che tenero, era distratto, un po' statico. Lo capisco perché, nonostante per lui sia stato duro e doloroso cedere il governo a un altro, dopo ben 12 anni, secondo me era anche molto stanco. Nessuno è un superuomo e lui per un lungo periodo lo è stato. Nessuno è eterno, a meno che non si tratti della regina Elisabetta, e prima o poi bisogna fare largo ai giovani. Ho fiducia in Bennett e spero che il suo governo possa lavorare bene. Un cordiale shalom

***

Gent. Deborah Ho letto il libro, per fortuna ormai superato di Nurit Peled Elhanan, prof. universitaria e d attivista per i diritti umani (!) "La Palestina nei testi scolastici di Israele" facendo uno sforzo tremendo per arrivare alla fine e saltando ovviamente le parti insopportabilmente false e faziose. In tutto il libro di questa patetica "intellettuale" c'e' solo un susseguirsi continuo di stragi e violenze contro la popolazione palestinese che appare sempre come vittima inerme e pacifica, da addebitare senza nessun dubbio al governo o all' esercito israeliano composto da gaglioffi dediti solo ad uccidere ed a rubare la terra ai "legittimi proprietari". Non so se questa tizia ancora in circolazione, vista l'eta', ma non meravigliamoci poi se le anime belle, anche israeliane, credono a queste fandonie. Tanti saluti Sandro Semsey  

Gentile Sandro,
Nurit Peled è la causa di molti mal di pancia per le sue idee e i suoi scritti illeggibili per chi ama Israele e ne conosce la storia. Lei è di famiglia sionista ma di sinistra e questo significa che vede solo le "mancanze" di Israele e non quelle del nemico che lei considera fratello. Il nemico per lei è Israele perché democratico, "capitalista" e osa difendersi dalle guerre e dal terrorismo arabo.  Miko Peled, suo fratello,  è stato ( e forse è ancora) attivista per i diritti dei palestinesi, il padre Mati Peled era anch'egli un attivista pacifista. Quindi da tale famiglia poteva solo uscire Nurit che è diventata addirittura delirante di odio antiisraeliano dopo che la figlia tredicenne, Smadar, è stata uccisa in un attentato palestinese. Non ho letto il suo libro e mai lo leggerò per salvaguardare il mio fegato. Arnon Groiss, famoso analista di testi scolastici, ha definito le critiche della Peled contro le scuole ebraiche, a suo parere, razziste nei confronti degli arabi, come "deliberata falsa interpretazione dei fatti, inaccurati,  distorti e basati su falsità". Da quanto leggo di lei posso solo pensare che la sua mente sia completamente distorta dall'ideologia comunista. Il suo odio è rivolto non solo a Israele ma anche agli Stati Uniti e all'Inghilterra accusati di trattar male i musulmani e di essere paesi sciovinisti e antidemocratici. Siamo quindi alla follia pura, meglio lasciarla stare e non svegliare la tigre che dorme perché finchè dorme non fa danni, ne ha fatti tanti a Israele che basterebbe la metà.
Un cordiale shalom

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT