giovedi` 23 maggio 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






 
Giorgia Greco
Libri & Recensioni
<< torna all'indice della rubrica
Eli Amir - E’ questa la terra promessa? - 15/09/2015

E’ questa la terra promessa?
Eli Amir
Traduzione di Shulim Vogelman
Giuntina euro 15

Risultati immagini per E’ questa la terra promessa?

Per Eli Amir, nato nel 1937 a Baghdad e nei primi anni Cinquanta esule in Israele con altri 130 mila ebrei iracheni, l'assorbimento degli immigrati è stato una fonte di poesia e motivo di impegno. Quando con la famiglia sbarcò a Haifa e furono portati in un campo di accoglienza, gli fu assegnata una mezza tenda e come pasto degli spaghetti: suo fratello pensò fossero vermi.

Venivano dall'Oriente, si sentivano più arabi che uguali ai fondatori dello Stato ebraico, protesi a far nascere un ebreo nuovo fatto anche di muscoli e lavoro manuale, senza più differenze tra donne e uomini né troppe regole religiose. E' questa la terra promessa? è il delicato e drammatico racconto, in parte autobiografico, di un ragazzino iracheno, Nuri, che prova a integrarsi in un kibbutz, in mezzo a regole inedite e a sentimenti comunitari e egualitari di cui niente sa e niente vorrebbe sapere. Fatica fisica, ragazze in pantaloncini, docce comuni, nessuno che osservi la kasherut... tutto è nuovissimo. E tanti compagni vogliono restarne fuori.

Susanna Nirenstein - La Repubblica


Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT