domenica 21 aprile 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






 
Gabriel Barouch
IC/Mappamondo
<< torna all'indice della rubrica
IC Mappamondo: Come l’Islam vuole conquistare l’Occidente: il caso Usa 16/03/2024

IC Mappamondo: Come i Fratelli Musulmani operano negli Usa
Analisi di Gabriel Barouch

Fratelli Musulmani. Ufficialmente sono un movimento democratico e pacifico. Salvo poi operare, come una potente lobby, in tutti i paesi occidentali, a partire dagli Stati Uniti. Obiettivo dichiarato: conquistare l'Occidente in 100 anni. 

Negli Stati Uniti esistono diversi gruppi Islamici operanti sul territorio, alcuni dei quali furono anche consiglieri del Presidente Barak Obama. Tra loro, i Fratelli Musulmani per il Nord America, che afferma di essere un'organizzazione pacifica e democratica che "condanna la violenza e gli atti violenti". Oggi, i principali sostenitori dei Fratelli Musulmani sono il Qatar e la Turchia. 

Nel 1991 i Fratelli Musulmani del Nord America hanno scritto un piano che spiega su come prenderanno il controllo dell’Occidente. Un piano per infiltrarsi e dominare l'Occidente e stabilire un governo islamico con una tempistica di 100 anni.

Questo piano è stato presentato come prova nel processo della Holy Land Foundation,la più grande organizzazione di beneficenza islamica negli Stati Uniti. Con sede a Richardson, Texas, era gestita da palestinesi-americani, e originariamente conosciuta come Fondo per i Territori Occupati. Il processo della Holy Land Foundation è stato il più grande per terrorismo mai visto nella storia degli Stati Uniti, dove il governo USA ha emesso 108 verdetti di colpevolezza contro musulmani americani e organizzazioni musulmane in America, che raccoglievano fondi negli Stati Uniti che inviavano all'estero per sostenere attività terroristiche.

Nel 4° paragrafo di tale piano intitolato; Capire il ruolo dei Fratelli Musulmani nel Nord America, spiegano le loro intenzioni: “ il processo di insediamento è un processo di civilizzazione Jihadista. I fratelli arabi (Ehwan) devono capire che il lavoro in America e una grande Jihad per eliminare e distruggere la civiltà occidentale dal suo interno e sabotare la loro misera 'casa' in modo che la religione di Allah sia vittoriosa su tutte le altre religioni.”

In questo documento,  spiegano come implementeranno il loro piano e le organizzazioni che hanno creato negli Stati Uniti a tale scopo. Vi sono 29 organizzazioni create in America per farlo. Alcune:

  • ISNA, la Società Islamica del Nord America.  Era consigliera del presidente Obama (Vice Presidente Joe Biden) sulla politica in Medio Oriente che ha tessuto l’accordo con l’Iran per il rilascio di ostaggi USA. L’amministrazione Obama ha organizzato segretamente una consegna con jumbo jet con a bordo 400 milioni di dollari in euro e franchi svizzeri che ha atterrato nella notte a Teheran. A tale proposito e per altro denaro inviato a Teheran, il presidente Trump ha twittato riguardo agli 1,7 miliardi di dollari in contanti che l’amministrazione Obama ha inviato all’Iran e si è chiesto perché non fosse stata condotta un’indagine.
  • MSA, l'Associazione degli Studenti Musulmani. Ha sedi in tutte le università americane, finanziano studi di scienze politiche e sociali, e salari extra a professori anti americani e anti israeliani. Ciò spiega in parte le manifestazioni nelle università americane con slogan: Morte agli ebrei, Odiamo gli ebrei, Dal fiume al mare, Gaza sarà libera,  la Palestina sarà libera.
  • North American Islamic Trust. Il North American Islamic Trust possiede il 90% delle moschee negli Stati Uniti.
  • IAP, Associazione Islamica per la Palestina, divenuta poi CARE, il Council on American Islamic Relations. 

Nel 2024 aumenterà il numero di tali gruppi.

“Sto pensando a misure per tenere islamisti radicali fuori dagli Stati Uniti, non li vogliamo qui”: una dichiarazione di Donald Trump. 


Gabriel Barouch


(Copyright/ tutti i diritti riservati 2024)


Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT