domenica 21 aprile 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






 
Gabriel Barouch
IC/Mappamondo
<< torna all'indice della rubrica
IC Mappamondo: il vaso di pandora è stato scoperchiato 11/03/2024

IC Mappamondo: il vaso di pandora è stato scoperchiato
Analisi di Gabriel Barouch

Joe Biden e la stretta di mano immaginaria: il video della gaffe del  presidente degli Stati Uniti d'America
Il presidente - poco presente con la testa - degli USA, Joe Biden

Il conflitto in Medio Oriente è ormai un “conflitto" globale all’interno dei vari paesi occidentali, con estremismi mai visti. Alcuni casi recentissimi:

  • Ad Amsterdam, I sostenitori di Hamas sono scesi in piazza per protestare davanti all'apertura di un museo dell'Olocausto. Bisogna ricordare che Il 75% degli ebrei olandesi furono assassinati e la maggior parte dei sopravvissuti fuggì in quello che divenne Israele. Tale protesta contro gli ebrei, non è certo territoriale ma bensì religiosa.
  • A Toronto, attivisti pro Palestina si uniscono alla marcia Internazionale delle Donne sostenendo Hamas, un'organizzazione terroristica che ha violentato, mutilato e torturato con orgoglio donne!…  tenendo tuttora donne in ostaggio !!!
  • A Londra, un orgoglioso persiano tiene in mano un cartello con la scritta: ”Hamas é terrorista”. Viene attaccato dai dimostranti ed arrestato dalla polizia, che successivamente lo rilascia (vedi foto sotto). 
  • A Zurigo, nella pacifica Svizzera accoltellamento di ebreo,
  • E molti altri casi

 
Manifestante persiano a Londra tiene in mano un cartello con la scritta: ”Hamas é terrorista”.

Il conflitto è altresì già globale anche per la presenza di navi da guerra nel mar rosso di diverse nazioni, inclusa la Cina.

- La coalizione guidata dagli Stati Uniti comprende paesi come Gran Bretagna, Bahrein, Canada, Francia, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Seychelles e Spagna. Inoltre, Grecia e Australia si sono unite a questa coalizione multinazionale. Paradossalmente anche l’Iran ha inviato navi da guerra nel Mar Rosso!

- La Cina ha inviato un intera flotta la 46a, nella regione del Mar Rosso, con navi da guerra cinesi che salpano dal porto di Changjing nella provincia del Guangdong. Questo dispiegamento fa parte degli sforzi della Cina per proteggere i propri interessi. Inoltre, la Cina ha una base navale a Gibuti, alla foce del Mar Rosso, sottolineando ulteriormente il suo interesse strategico nell’area, data la dipendenza economica della Cina da questa rotta marittima per il trasporto delle importazioni di petrolio greggio dall’Iran e da altri paesi del Medio Oriente.

 Inoltre, il “doppio standard” adottato da vari paesi nel confronto di Israele, USA in testa, non fa che delegittimare qualunque accordo preso, legittimando quindi, qualunque tipo di azione di guerra, non solo in Medio Oriente, ma anche a livello mondiale, visto l’incoerenza e debolezza delle amministrazioni occidentali.

- Biden ha detto "Non lascerò mai Israele. La difesa di Israele è ancora fondamentale. Quindi non esiste una linea rossa (dove) taglierò tutte le armi in modo che non abbiano Iron Dome a proteggerla"

"Ma ci sono delle linee rosse che se si oltrepassano... non possiamo avere altri 30.000 palestinesi morti come conseguenza della persecuzione di (Hamas)", ha continuato Biden, senza precisare esattamente cosa comporterebbe passare quella linea rossa non ben definita.

Ha anche aggiunto : “L’America ha commesso un errore. Abbiamo inseguito Osama Bin Laden finché non lo abbiamo preso. Ma non saremmo dovuti andare in Ucraina”, ha detto Biden, prima di correggersi. “Voglio dire, non avremmo dovuto, invadere l'Iraq e l'Afghanistan. Non era necessario, non era necessario”

A rigor di logica, se fosse un cosiddetto lapsus freudiano, l’Ucraina sarebbe già persa, e con essa anche l’Europa è a rischio guerra.

 


Gabriel Barouch


Gabriel Barouch è  Consulente di Strategia Italo Israeliano, menzionato da Marquise Who’s Who nel mondo, che da anni segue le evoluzioni degli eventi macro economici e politici che stanno plasmando l’epoca in cui viviamo.
(Copyright  Informazione Corretta 2024)


Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT