martedi` 18 giugno 2024
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE

vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Non dimenticheremo mail gli orrori del 7 ottobre (a cura di Giorgio Pavoncello) 15/01/2024


Clicca qui






 
Diego Gabutti
Corsivi controluce in salsa IC
<< torna all'indice della rubrica
Periscopio 06/09/2023
Riprendiamo da ITALIA OGGI di oggi, 06/09/2023, "Periscopio" a cura di Diego Gabutti.

Zaporizhzhia, danni e morti | Euronews
Zaporizhzhia

Zaporizhzhia. Sotto l’elmetto c’è una faccia da ragazzo. Biondo, russo, si vede che ha paura d’essere ammazzato sul posto. Un colpo alla nuca, e si cade in avanti. Quindi dice «amici, ho solo 19 anni!» Amici non è la parola giusta, avrebbe potuto dire «soldat», o signore, ma davanti al nemico che lo ha catturato nella sua trincea vicino a Robotyne, gli viene da chiamarli «amici». Non lo uccideranno, anche perché la pattuglia che lo ha preso riceverà un premio di 300 dollari per portarlo vivo dietro le linee. E con lui altri prigionieri che stanno raccogliendo via via che l’offensiva si spinge verso sud. È merce preziosa. Verrà scambiata con prigionieri ucraini, perciò non bisogna toccarli. Brunella Giovara, Repubblica.

La nostra presidente del Consiglio potrebbe menzionare un solo beneficio che le ostilità Nato-Russia hanno portato all’Europa, al netto della retorica sulla «difesa della libertà» che ha scarsi fondamenti? Se penso ai giovani ucraini massacrati, al dolore d’un popolo, ho voglia anch’io di fare appello al moralismo. Vorrei gridare «Vergogna!» ai governanti europei. Dove mai avranno venduto l’anima? [Impagabili gli «scarsi fondamenti»]. Elena Basile, La Veritasky.

Non si può essere, come Meloni, ipernazionalisti e nello stesso tempo superatlantisti, perche questo significa perpetuare la sudditanza agli americani in saecula saeculorum. Massimo Fini, Il Fattosky quotidiano 1.

A volte è difficile soffocare il pensiero che, come maestra di vita, la storia sia alla pari d’un mattatoio; che avesse ragione Tacito e che la pace non sia altro che la desolazione che resta al termine delle operazioni decisive di un potere spietato. Seamus Heaney, Nobel per la letteratura 1996 (in Poesie, Mondadori 2023).

La maggioranza dei musulmani è integrata perché la laicità consente loro d’essere quello che vogliono. Ma una minoranza molto attiva, un misto di salafismo e Fratelli musulmani, vuole creare un luogo di potenza politica e rompere con la società. Abu Musab al Suri, l’ideologo dell’Isis, ha studiato in Francia, dove la filosofia di Gilles Deleuze era molto di moda e predicava la creazione di zone al di là del centralismo democratico per fare la rivoluzione. Hanno copiato Deleuze. Abbiamo avuto 300 morti e 1.200 feriti negli attacchi dell’Isis. Oggi l’Isis è debole, ma l’ideologia rimane, si adatta: non c’è più l’attacco armato, ma la costruzione di una controsocietà. Gilles Kepel (Giulio Meotti, il Foglio).

La cultura americana attribuisce un valore positivo alla guerra, quella italiana un valore negativo. È una contraddizione che Meloni e Pd ripetano le parole di Biden. [Da ciò] una reazione morale nella popolazione che rafforza il movimento pacifista, sempre più numeroso, come dimostrano i sondaggi. Oggi più che mai lo scontro è tra la «grammatologia» di Derrida e il «logocentrismo» di Platone. Alessandro Orsini, il Fattosky quotidiano 2.

Stupite parenti e amici sfoggiando paroloni (e tirandovela da filosofoni). Dal Web.

Dal ghigliottinamento della Prima repubblica nel 1992, la politica italiana è stata percorsa e infiammata da movimenti populisti o peronisti o autoritari, premiati con consensi corposi sebbene effimeri, che hanno trascinato sui terreni più anticostituzionali tutti i partiti, nessuno si senta escluso: la recente affermazione di Elly Schlein, secondo cui la Costituzione non tutela le opinioni allo stesso modo, è una delle più graziosamente eversive del millennio. Mattia Feltri, HuffPost.

Oppenheimer di Chistopher Nolan guida il box office. Dal web.

Un giorno, in una radura della foresta, Confucio s’imbatté in una donna in lutto, distrutta dal dolore. Seppe da lei che poco tempo prima suo figlio era stato divorato da una tigre, e tentò di consolarla. Dopodiché riprese la sua strada, ma era appena rientrato nella foresta quando fu richiamato da un nuovo scoppio di pianto. «Non è tutto», disse la donna. «Vedi, mio marito fu divorato in questo luogo, un anno fa, dalla stessa tigre.» Di nuovo Confucio tentò di consolarla e di nuovo riprese la sua strada solo per sentire ancora una volta il pianto della donna. «Non è tutto, dunque?» «Oh, no. L’anno prima anche mio padre era stato divorato dalla tigre.» Confucio rifletté un momento, poi le disse: «Non mi sembra che questo luogo sia molto salutare. Perché non te ne vai?». La donna si torse le mani e rispose: «Lo so, lo so, ma vedi, è che qui c’è un ottimo governo». Robert Oppenheimer, Quando il futuro sarà storia, UTET 2023.

A trarre dalle scoperte scientifiche il bene che possono dare si richiede un superiore avanzamento dell’intelletto, dell’immaginazione, della fede morale, dello spirito religioso, in una parola dell’anima umana. Se ciò non accadesse, meglio varrebbe che la disintegrazione dell’atomo, al pari del tesoro dei Nibelunghi, fosse sommersa nel Reno. Benedetto Croce, 8 agosto 1945 (in Dal libro dei pensieri, Adelphi 2002).

L’uomo ha scoperto la bomba atomica, ma nessun topo al mondo costruirebbe una trappola per topi. Albert Einstein (forse). Dal web

La ricostruzione storica ha confuso tra date diverse? Bettino Craxi ha avvertito Gheddafi che stavano per bombardarlo nell’86, mentre nell’80 Craxi nulla poteva sapere della simulazione di Francia e Nato per far fuori il leader libico? Forse la memoria mi ha ingannato o forse è la fonte della mia informazione che è confusa. Nel testo dell’intervista si dice chiaramente che mancano le prove. Ma [questo] è [solo] un dettaglio. Giuliano Amato, invece di stare zitto (Repubblica).

Il diavolo è nei dettagli. Proverbio.

I bonus legati alle ristrutturazioni edilizie sono fuori controllo: in soli cinque mesi, da marzo a oggi, sono saltati fuori altri 35 miliardi di crediti ceduti o scontati in fattura dalle imprese non previsti nei tendenziali di spesa. Ben 4 miliardi di questi crediti, poi, si sono rivelati fasulli. HuffPost.

Si disegna lo spettro del Giulio Tremonti del 2011. Faceva finta di non vedere i problemi, e si sa come andò a finire. Mario Lavia, Linkiesta.

Il successo in politica nasconde sempre qualche inganno. Roberto Gervaso.

Immagine correlata
Diego Gabutti

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT