sabato 12 giugno 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Hillel Neuer: 'L'Unrwa è parte del problema, non della soluzione' (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






 
Andrea Zanardo
Il contadino di Galilea
<< torna all'indice della rubrica
IC7 - Il commento di Andrea Zanardo: Sarah e Ilan Halimi 02/05/2021
IC7 - Il commento di Andrea Zanardo
Dal 26 aprile al 1° maggio 2021

Sarah e Ilan Halimi

Il figlio di Sarah Halimi a Pagine Ebraiche
Sarah Halimi

Oggi il Maestro Leonardo ci ha spiegato cosa sta succedendo in Francia. Purtroppo in Francia c'è molto razzismo. Prendiamo un caso recente, la morte della sionista Sarah Halimi. Come sempre, quando gli ebrei vogliono difendere i loro privilegi ecco che parlano di antisemitismo. Ma ragioniamo con calma. Il (presunto!) omicida è musulmano, l'arabo è la lingua sacra per i musulmani, infatti il -presunto!!- omicida è stato sentito gridare "Allah Akhbar", quindi parla arabo; gli arabi sono semiti! E quindi come vedete l'antisemitismo non c'entra nulla, ci ha spiegato con calma il Maestro Leonardo.  Chi è la vittima qui, ha chiesto il Maestro Leonardo a Davide, il ragazzino che di sabato non c'è mai, un disoccupato invalido nero musulmano o una insegnante bianca sionista quindi complice dell'oppressione? Davide non sapeva cosa rispondere, allora il Maestro Leonardo con pazienza ha spiegato come funziona l'indottrinamento sionista, che cioé ci vogliono fare credere che gli ebrei sono più sicuri in Israele che in Francia, ma ragionate! muoiono più ebrei di incidente d'auto in Israele che di -presunto!!!- antisemitismo in Francia.

Una ferita sempre apertaIlan, il ricordo non si spegne - Moked
Ilan Halimi

Passiamo a vedere un altro caso, quello di Ilan Halimi, anche lui con questo cognome che proprio francese non sembra, infatti la famiglia era marocchina, ma perché non sono rimasti in Marocco, questi sionisti... se qualcuno li  ha mandati via ci sarà una ragione, d'altronde (ha detto il Maestro Leonardo rivolgendosi a Davide) con quello che i sionisti fanno in Palestina come si fa a non arrabbiarsi. Certo, nel 2006 Ilan Halimi è stato rapito e torturato (ma attenzione, ricordiamoci che i bambini in Palestina soffrono di più!) da un gruppo di militanti il cui capo è stato filmato parlando arabo (Allah Akhbar) quindi è arabo, quindi è semita, ed ecco dimostrato di nuovo che l'antisemitismo non c'entra nulla, che le relazioni tra ebrei e musulmani sono bellissime e buonissime e se le cose vanno male è colpa di Israele e dei sionisti come sempre. Il Maestro Leonardo ha detto a Davide di ripetere questa verità per tre volte che sarebbe stata una bella lezione di tolleranza multiculturale.  E intanto rideva divertito, vogliono farlo passare per antisemita, ma lui la religione ai ragazzi non la chiede mai, non sa nemmeno di che religione sia Davide, che sciocchezza chiamarlo antisemita, che poi lui, il Maestro Leonardo, è di sinistra, quindi sicuramente non razzista. Mica come i genitori di Davide con quella storia del popolo eletto.

Immagine correlata
Andrea Zanardo


Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT