sabato 23 febbraio 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Brigitte Gabriel rivela la strategia per islamizzare l'America (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






Corriere della Sera Rassegna Stampa
30.12.2018 Si è spento a 108 anni l'ultimo superstite della nave Exodus
Rievocazione di Stefano Montefiori

Testata: Corriere della Sera
Data: 30 dicembre 2018
Pagina: 16
Autore: Stefano Montefiori
Titolo: «L'eroe dell'Exodus e dei bambini salvati»

 Riprendiamo dal CORRIERE della SERA di oggi, 30/12/2018, a pag.16 con il titolo "L'eroe dell'Exodus e dei bambini salvati" il ricordo di Georges Loinger di Stefano Montefiori

 

Risultati immagini per Georges Loinger
Georges Loinger
 Fuggito da un lager nazista, aiutò centinaia di bambini ebrei a scappare in Svizzera. Nel 1947 collaborò alla partenza della nave Exodus verso la Palestina controllata dai britannici, che impedivano agli ebrei sopravvissuti allo sterminio di approdare in Terra d'Israele

 Immagine correlata
È del 1960 il film - capolavoro «Exodus» di Otto Preminger, con protagonista Paul Newman

Immagine correlata
Stefano Montefiori

All'inizio Georges Loinger faceva passare i bambini dalla Francia alla Svizzera grazie ai palloni finiti in fallo laterale. Ebreo di Strasburgo, insegnante di educazione fisica, evaso da un lager nazista, accoglieva i bambini ebrei arrivati da Lione alla stazione ferroviaria di Annemasse, in Savoia, e li portava subito a giocare a pallone in un campo da calcio fuori città, proprio sulla frontiera. Quando la palla usciva, i bambini andavano a cercarla e finivano in territorio svizzero, dove avevano l'ordine di rimanere. Georges Loinger, decano della Resistenza ebraica francese, è morto venerdì a Parigi all'età di 1o8 anni. Finita la guerra, nel 1947 Loinger aiutò a organizzare la partenza della nave Exodus dal porto francese di Sète verso la Palestina allora sotto il controllo britannico. Qualche anno prima riuscì a salvare oltre 30o bambini ebrei facendoli passare in Svizzera. Lo stratagemma del campo da calcio non durò a lungo, perché si era sparsa la voce di quelle strane partite nelle quali si perdevano sia il pallone sia i giocatori. Allora Loinger decise di fare ricorso ai passeur. Di notte i ragazzini più grandi, 15-16 anni, tenevano per mano quelli di7o8e raggiungevano le persone incaricate — e pagate 300 franchi a bambino — in un luogo sempre diverso. «Bisognava attraversare l'Hermance, il corso d'acqua che segna la frontiera tra Francia e Svizzera — ha raccontato anni fa Loinger al Figaro —. I bambini avevano capito perfettamente il pericolo ma ero con loro e avevano fiducia in me. Poi il passeur a un certo punto non voleva più che li seguissi ed ero costretto a lasciarli andare, sperando che lui non facesse il doppio gioco. L'operazione durava circa un'ora, i gruppi comprendevano da sette a dieci bambini». Fino al settembre 1943 la frontiera era controllata dai soldati italiani. «Un giorno uno di loro venne a cercarmi imbracciando il fucile e mi portò dal comandante. Appena arrivo, questi mi mostra una lista con tutti i nostri attraversamenti e mi dice: "Approvo quello che sta facendo". Il comandante italiano aveva chiuso gli occhi». Le cose si fecero più difficili quando al posto degli italiani arrivarono i nazisti. I passaggi in Svizzera diventarono più pericolosi e quindi più rari, ma nella primavera del 1944 Loinger riuscì a salvare anche la moglie Flora e i figli Daniel di sei anni e Guy di appena sedici mesi, per tornare a lottare nella Resistenza assieme al cugino e futuro mimo Marcel Marceau. Nel 2013, quando aveva 102 anni, Georges Loinger è stato ricevuto con tutti gli onori dal presidente israeliano Shimon Peres.

Per inviare al Corriere della Sera la propria opinione, telefonare: 02/62821, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


https://www.corriere.it/scrivi/

Clicca qui per stampare questa pagina
Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT