mercoledi` 25 novembre 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Le radici della legittimità di Israele: parla Alan Dershowitz (Video con sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Il documento di Abu Dhabi 15/05/2020
Gentilissima Signora Fait, contrariamente a quanto scrive il commento redazionale odierno di IC, l’articolo di Andrea Riccardi su Famiglia Cristiana non è affatto un “inno alla pace generico e inconcludente”, bensì un articolo di strettissima attualità sulla proposta, lanciata da un organismo interreligioso scaturito dalla firma, lo scorso anno, del documento di Abu Dhabi da parte del Papa e dell’Imam di Al Azhar, di una giornata (oggi 14 maggio 2020) di preghiera, digiuno ed opere di carità per implorare da Dio la fine della pandemia. Una proposta rivolta ai credenti di qualunque fede religiosa, senza alcun sincretismo (ciascuno, se aderisce all’iniziativa, pregherà e digiunerà secondo le regole della propria religione), ma nello stesso giorno, all’unisono, per esprimere la comune appartenenza al genere umano e la comune preoccupazione per le sorti del medesimo di fronte ad una specifica minaccia (la pandemia). Qualunque critica di IC all’iniziativa ed a chi, come Riccardi, ne parla favorevolmente dovrebbe tener conto dell’effettivo contenuto sia dell’iniziativa che dell’articolo. Con i più cordiali saluti,

Annalisa Ferramosca

Gentile Annalisa,
Credo di aver dato a suo tempo il mio parere negativo riguardo al documento di Abu Dhabi firmato dal Papa e dall'Imam di Al Azhar. Questo palese considerare le due religioni, cristiana e islamica, come le uniche importanti mi delude. Quando Giovanni Paolo II invitò i leader delle religioni ad Assisi, li invitò tutti, ebrei e buddisti compresi. Purtroppo la politica di Francesco è tutta rivolta ai buoni rapporti con l'islam, tralasciando le altre fedi e lo ha dimostrato in varie occasioni. Chi ha fede preghi pure Dio per implorare la fine della pandemia anche se dubito dipenda da Lui ma lungi da me il mancare di rispetto ai credenti di qualunque fede essi siano.
Un cordiale shalom

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT