Questo sito dispone di una versione ottimizzata per dispositivi mobili, clicca qui per utilizzarla.
domenica 21 aprile 2019 da aprile 2001 - est. april 2001
Commenti & TG news watch
Deborah Fait
Diplomazia
Zvi Mazel
L'Islam dall'interno
Mordechai Kedar
Israele, ebrei & il mondo
Manfred Gerstenfeld
Israele/USA
Antonio Donno
Il contadino di Galilea
Andrea Zanardo
Israele/Analisi
Angelo Pezzana
Europa Germania
Benjamin Weinthal
Come la penso
Michelle Mazel
Antisemitismo Antisionismo
Giuliana Iurlano
Libri & Recensioni

Federico Steinhaus - Una giornata della memoria. 364 giornate dell'indifferenza - 15/04/2019




Seguici anche su:
21/04/2019 - Clicca qui
20.04.2019
Il Seder della libertà e l'immancabile spazzatura
Commento di Deborah Fait

Hag Sameach e, per i tanti cristiani che ci amano, Buona Pasqua!

Ieri sera in ogni casa di ebrei nel mondo, religiosi o meno, credenti o atei, sono state, quasi gridate, le ultime parole della Hagadà di Pesach, cioè la lettura della liberazione dalla schiavitù in Egitto: L'anno prossimo a Gerusalemme.
Queste parole, dette in ebraico "Le sanà abaà be Yerushalaym" anche dagli ebrei che non lo parlano, risuonano da Israele agli stati Uniti, all'Europa, all'India, all'Etiopia dove gli ultimi falashà-mura attendono di poter ritornare a casa e per i quali quelle parole sono diventate un inno alla speranza.
Anche ai nostri giorni in cui Gerusalemme, dopo tante peripezie, guerre e occupazioni varie, è tornata ad essere la capitale di Israele, ogni ebreo, anche il meno sionista, non potrà fare a meno di leggere quella frase ripetuta per 2000 anni.
Naturalmente mi riferisco a...

Segue >>> 

Immagine correlata
Deborah Fait
"Gerusalemme, capitale unica e indivisibile dello Stato di Israele"



Alan Dershowitz: 'Sono i terroristi di Hamas i veri responsabili dell'oppressione degli arabi palestinesi a Gaza' (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)

 

Informazione Corretta - 18 aprile 2019

fiammanirenstein.com - 18 aprile 2019







Per ordinarlo CLICCA QUI

Facebook Twitter