Riduci       Ingrandisci
Clicca qui per stampare

Il Foglio Rassegna Stampa
30.11.2023 Nikki Haley, ultima speranza
Elezioni Usa 2024

Testata: Il Foglio
Data: 30 novembre 2023
Pagina: 3
Autore: Editoriale
Titolo: «Arrivano i soldi per Nikki Haley»
Riprendiamo dal FOGLIO di oggi,30/11/2023, a pa.3, l'editoriale da titolo "Arrivano i soldi per Nikki Heley"

Nikki Haley - Wikipedia
Nikki Haley

I potenti Koch scelgono la candidata per tirare fuori l’America “dall’abisso Nikki Haley ha tutte le carte in regola per essere una candidata presidenziale. Ha esperienza politica senza essere un fossile dell’establishment, con le sue origini indiane rappresenta il meglio dell’american dream, stata in grado di farsi notare nei dibattiti delle primarie – con i suoi tacchi 12 e una dialettica efficace – ha una visione chiara e di buon senso sulla politica estera, vuole pacificare il partito e ripulirlo dall’estremismo ed riuscita a salire di oltre dieci punti percentuali da quando partita la sua campagna. Le mancava solo una cosa per poter rubare il secondo posto occupato da Ron DeSantis, governatore in caduta libera: i soldi. Ma ora sembrano arrivare anche quelli. I miliardari conservatori erano rimasti in panchina, e prima di aprire il portafogli, volevano trovare la persona giusta che possa provare a battere Donald J. Trump. E adesso una delle forze pi importanti del mondo conservatore anti Biden ha deciso di puntare su Haley. Americans for Prosperity Action, il network politico fondato dai fratelli Koch, magnati dell’energia e del petrolio, ha fatto sapere che “il periodo in cui viviamo ha bisogno di un leader valido, capace di mostrare buon giudizio governativo, e con sufficiente esperienza politica da tirare fuori la nostra nazione dall’abisso. Quel leader Nikki Haley. Dovesse succedere qualcosa che blocchi l’arrivo alla Casa Bianca di Trump, considerati i vari processi in cui coinvolto, il secondo posto nelle primarie repubblicane fondamentale. DeSantis ha dimostrato di non saperlo gestire, ma Haley con i soldi dei Koch potrebbe diventare il nuovo volto dei Never Trump. I Koch – uno dei due fratelli, David, morto quattro anni fa – non sono mai stati trumpiani, ma hanno aiutato Trump a vincere nel 2016, investendo milioni di dollari in stati chiave contro Hillary Clinton e, di fatto, aprendogli la strada per Washington. Questa l’occasione per dare una svolta al Partito repubblicano americano.

lettere@ilfoglio.it

Condividi sui social network:



Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui