Riduci       Ingrandisci
Clicca qui per stampare

Il Golan e Israele 17/11/2020
Rispondo al signor Alberto Colombo. Tra le molteplici cose che Israele avrebbe dovuto fare per suicidarsi c'è anche il ritiro da Golan. Certamente, così la Siria avrebbe potuto continuare i bombardamenti sui kibbutz sottostanti come aveva sempre fatto dal 1948 al 1967. Immagino che le sarebbe piaciuto visto come si esprime nella sua lettera. Cordiali saluti.

Roberto Razza

Gentile Roberto,
Purtroppo vi sono alcune persone che vorrebbero trasformare Israele in Palestina, nazione mai esistita nei millenni, non solo nei secoli. Vorrebbero vedere Israele in ginocchio tenendo conto delle richieste palestinesi "anche le più moderate e motivate" , pur sapendo che la più moderata delle loro richieste sia vedere arretrare Israele entro i confini del 48 e permettere a milioni di palestinesi che vivono nei campi profughi arabi di entrare in Israele cancellando così l'intero paese ebraico. Le richieste meno moderate sono vederci scaraventare in mare, come predicava Arafat e chi dopo di lui. Purtroppo per alcuni ebrei essere di sinistra significa cancellare Israele e ridurre gli ebrei sopravvissuti a diventare dhimmi degli arabi. Questo non succederà mai e il signor Colombo e altri come lui dovranno rassegnarsi.
Un cordiale shalom

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui