Riduci       Ingrandisci
Clicca qui per stampare

Fiamma Nirenstein sotto attacco 03/11/2020
On.le Nirenstein: libertà di espressione e leggi nazionali: in Europa ci sono i tribunali della stato per giudicare di un eventuale atto criminale e non a qualsiasi cittadino di farsi giustizia da sé. Il problema sorge quando il cittadino musulmano francese sente la sua appartenenza a l'islam come prioritario rispetto alla sua cittadinanza. Lo stesso concetto vale anche per il cristiano che vive in un paese dove vige il diritto islamico. Questo spiega perché uno stato islamico distante migliaia di kilometri si crede in dovere di intervenire contro la Francia per un fatto giudicato criminale dalla giustizia francese. Importante CONOSCERSI PER CONVIVERE E COSTRUIRE LA pace. https://lnkd.in/d78QJT7

Giuseppe Eid

Gentile Giuseppe,
in questo momento l'On.Nirenstein è occupata a preservare la propria vita dalle minacce islamiche di morte. E' quindi un momento un po' delicato soprattutto alla luce di ciò che accade in Europa. Credo fermamente, e ne sono dispiaciuta ma questa è la realtà, che costruire la pace con il mondo islamico sia impossibile per i prossimi mille anni. Dovrebbero abiurare il Corano e le sue leggi per diventare persone pensanti e pacifiche. Suggerirei, inoltre, a lei e agli amici che ci leggono di mandare lettere di protesta al direttore Sallusti che non ha ancora detto una parola per difendere i suoi due giornalisti minacciati di morte dall'islam: Fiamma Nirenstein e Nicola Porro. Questo l'indirizzo del Giornale: segreteria@ilgiornale.it
Un cordiale shalom

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui