venerdi 22 novembre 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Chi sono veramente i palestinesi? Lo spiega lo storico Benny Morris (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






La Stampa - L'Unità Rassegna Stampa
09.05.2013 Quando anche i cosiddetti 'moderati' fanno pena
Due brevi significative

Testata:La Stampa - L'Unità
Autore: Redazione della Stampa - Redazione dell'Unità
Titolo: «Il gran Muftì fermato e interrogato per 6ore - Si all'espulsione dell'ambasciatore d'Israele»

Riportiamo dalla STAMPA di oggi, 09/05/2013, a pag. 17, la breve dal titolo " Il gran Muftì fermato e interrogato per 6 ore ". Dall'UNITA', a pag. 14, la breve dal titolo " Si all'espulsione dell'ambasciatore d'Israele ".

La carica di Gran Muftì di Gerusalemme sempre ricoperta da antisemiti? Quello attuale fermato e interrogato sei ore per accertare i suoi legami con i disordini alla Moschea di al Aqsa lunedì scorso, quello degli anni '30 d'accordo con Hitler per la 'soluzione finale'.
In tutta risposta la Giordania vota per l'espulsione dell'ambasciatore israeliano e per richiamare quello giordano da Gerusalemme.
Sono questi i musulmani 'moderati'?
Ecco le due brevi

La STAMPA - " Il gran Muftì fermato e interrogato per 6 ore "


Gran Muftì di Gerusalemme, ieri e oggi

Fermato, interrogato per sei ore in un centro di detenzione, poi rilasciato. Muhammad Hussein (nella foto), il gran Muftì di Gerusalemme, la più alta autorità religiosa musulmana, è stato prelevato dalla sua abitazione dall’Intelligence israeliana per unl suo sospetto coinvolgimento negli scontri di lunedì alla moschea di al-Aqsa. Secondo Abu Mazen «l’arresto è una sfacciata sfida alla libertà di culto». Anche la Lega Araba e l’Organizzazione per la cooperazione islamica (Oci) hanno definito il fatto «aggressione razziale».

L'UNITA' - " Si all'espulsione dell'ambasciatore d'Israele "


Daniel Nevo, ambasciatore di Israele in Giordania

La Camera dei Rappresentanti della Giordania, l'unico ramo elettivo del Parlamento dl Amman, ha votato all'unanimità una mozione con cui si sollecita II governo a espellere l'ambasciatore d'Israele, Daniel Nevo, e a richiamare in patria quello giordano nello Stato ebraico, Walid Obeidat, in segno di protesta contro le IP di occupazione israeliane» nei confronti della Spianata delle Moschee dl Gerusalemme Est, uno dei tre luoghi più sacri per l'islam. Nella risoluzione, approvata da tutti i centocinquanta deputati giordanl, sl chiede inoltre alla commissione Esteri della Camera bassa di «condannare con durezza le ultime azioni anti-musulmane e anti-cristiane» del Paese confinante nel settore orientale della Città Santa, In particolare li fermo del Gran mufti, sceicco Mohammed Hussein, dia parte delle forze di sicurezza israeliane. Il leader religioso è stato Interrogato per sei ore in relazione a un suo presunto coinvolgimento nel disordini scoppiati nei pressi della Moschea di al-Aqsa, duramente repressi dalla polizia.

Per inviare la propria opinione a Stampa e Unità, cliccare sulle e-mail sottostanti


lettere@lastampa.it
lettere@unita.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT