Riduci       Ingrandisci
Clicca qui per stampare

Il Giornale Rassegna Stampa
17.10.2020 Perché anziché Churchill 'abbiamo al governo una banda di scappati di casa'
Nel silenzio delle opposizioni. Commento di Paolo Guzzanti

Testata: Il Giornale
Data: 17 ottobre 2020
Pagina: 6
Autore: Paolo Guzzanti
Titolo: «I timonieri ci portano alla catastrofe»
Riprendiamo dal GIORNALE di oggi, 17/10/2020, a pag.6, con il titolo "I timonieri ci portano alla catastrofe" il commento di Paolo Guzzanti.

Risultati immagini per paolo guzzanti
Paolo Guzzanti

Churchill (film) - Wikipedia
La locandina del film

E’ arrivata la prova che al timone c'è una manica di mezze calze che ci stanno portando alla catastrofe. Quando arriva la catastrofe - guerra, epidemia, terremoti - un Paese non ha soltanto bisogno dell'azione dei competenti, ma anche del prestigio di chi sa affrontare la situazione meritando fiducia grazie alla quale ottenere comportamenti liberi e non imposti da decreti di polizia. Molti hanno apprezzato il film su Winston Churchill e ne cito il passaggio principale: dopo un'ondata di bombardamenti, Hitler era sicuro che la Gran Bretagna avrebbe accettato un armistizio. Ma Churchill pronunciò il suo famoso discorso «We shall fight on the streets, we shall fight on the fields», combatteremo per le strade e sui campi «and we'll never surrender» e non ci arrenderemo mai. Gli inglesi si identificarono con lui e vinsero. Ora, noi non siamo sotto le bombe ma di fronte a una ondata Covid prevista e annunciata: ma anziché Churchill abbiamo al governo una banda di scappati di casa presuntuosissimi sì, ma incapaci di comunicare con il Paese cui somministrano documenti illeggibili detti Dpcm e disinformazione contraddittoria. E ricordiamo benissimo quando il capo del governo dette il «liberi tutti» grazie al quale siamo tornati dove siamo, grazie al fenomeno analizzato dai compianti Fruttero e Lucentini noto come «la prevalenza del cretino». Peccato che le opposizioni, anziché abbattere il portone con l'ariete, bussino educatamente sperando di entrare e ripararsi dalla pioggia.

Per inviare al Giornale la propria opnione, telefonare: 02/85661, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

segreteria@ilgiornale.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui