giovedi` 24 settembre 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Ecco il volto dell' 'islam moderato' (sottotitoli a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Il Foglio Rassegna Stampa
12.09.2020 Il Foglio attacca Donald Trump
A proposito della normalizzazione delle relazioni tra Israele e Bahrein

Testata: Il Foglio
Data: 12 settembre 2020
Pagina: 3
Autore: la redazione del Foglio
Titolo: «Effetto domino»
Riprendiamo dal FOGLIO di oggi, 12/09/2020 a pag.3, l'editoriale "Effetto domino".

Il Foglio, nel dare la notizia del probabile accordo tra Israele e Bahrein che seguirà quello con gli Emirati, attacca Donald Trump definendolo "incontinente e ha un appetito elettorale forte per gli accordi storici". Parole che senza motivo demonizzano il Presidente americano.

Ecco l'articolo:


Donald Trump

L’ufficiale annuncio è previsto per lunedì, quando il principe del Bahrein Salman bin Hamad al Khalifa sarà in visita alla Casa Bianca, ma la notizia c'è già: anche il Bahrein normalizzerà le relazioni con Israele, come hanno già fatto gli Emirati Arabi Uniti qualche settimana fa. Non è ancora chiaro se il Bahrein si unisce all'Accordo di Abramo" tra Israele ed Emirati o se ne avrà uno proprio, ma il 15 settembre è il giorno in cui questo straordinario effetto domino di normalizzazione nei confronti di Israele sarà celebrato davanti a tutti. L'avvicinamento era già cominciato da tempo - la comunità ebraica nel regno di Manama è rispettata - anche se formalmente il Bahrein continuava a stare con l'Arabia Saudita, dialogo sì ma senza troppe illusioni. Qualche giorno fa, Donald Trump, che come si sa è su certe cose incontinente e ha un appetito elettorale forte per gli accordi "storici", aveva detto: "Forse si aggiungerà un altro paese" all'accordo tra Israele ed Emirati, ma non aveva fornito ulteriori dettagli. Quando il Bahrein ha annunciato l'apertura dello spazio aereo a Israele, si è capito che si trattava di questo piccolo regno vicino a sauditi ed emiratini - l'apertura dello spazio aereo è il segnale della pre normalizzazione. Ma anche Riad ha detto di voler aprire lo spazio aereo a Israele: vuol dire che la normalizzazione è vicina? L'apertura delle relazioni tra Gerusalemme e Riad è il big bang di questo processo (contagioso) in corso in medio oriente, ma l'Arabia Saudita non ha intenzione di far accettare questo cambiamento senza aver nulla in cambio. Chiede a Israele, anzi pretende, ambisce a concessioni e garanzie molto più rilevanti rispetto agli altri paesi, e non regala un altro accordo storico a Trump con facilità. Il negoziato è aperto da tempo, il presidente americano dice che è ancora in una "fase di dialogo".

Per inviare al Foglio la propria opinione, telefonare: 06/5890901, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

lettere@ilfoglio.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT