lunedi` 23 novembre 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Che cos'è il sionismo? Un video per capire da guardare e diffondere (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






La Nazione Rassegna Stampa
09.09.2020 L'Iran contro Charlie Hebdo
Continua la campagna di odio del regime dei mullah

Testata: La Nazione
Data: 09 settembre 2020
Pagina: 18
Autore: la redazione di Nazione/Carlino/Giorno
Titolo: «Furia dell'Iran contro Charlie Hebdo: 'Le vignette? Peccato imperdonabile'»
Riprendiamo da NAZIONE/RESTO del CARLINO/IL GIORNO di oggi 09/09/2020, a pag.18 l'articolo "Furia dell'Iran contro Charlie Hebdo: 'Le vignette? Peccato imperdonabile' ".


La copertina di Charlie Hebdo

Torna alta la tensione, tra il mondo islamico e l'occidente, a cinque anni dalla strage compiuta dai terroristi nella redazione parigina di Charlie Hebdo. Non si fermano, infatti, le condanne contro la rivista satirica francese per la decisione di ripubblicare le caricature del profeta Maometto, che l'avevano all'epoca resa un obiettivo dei jihadisti, in occasione dell'avvio del processo. Dopo le accuse di Turchia e Pakistan, dove venerdi scorso migliaia di manifestanti hanno protestato in diverse città bruciando anche bandiere francesi, è la Guida suprema iraniana Ali Khamenei a scagliarsi contro la rivista. Un «peccato imperdonabile», l'ha definito la massima autorità della Repubblica islamica, dopo che il ministero degli Esteri aveva già bollato le vignette come «una provocazione e un insulto» al mondo islamico. Ma la fatwa pronunciata ieri è ancora più dura. Secondo l'ayatollah Khamenei, la scelta del giornale «ha rivelato l'ostilità e l'odio del sistema politico e culturale occidentale verso l'islam e la comunità musulmana». Nel suo numero della scorsa settimana, Charlie Hebdo aveva replicato le caricature in occasione dell'apertura del processo per le stragi del gennaio 2015 nella sua redazione e al supermercato ebraico Hyper Cacher, che fecero 17 vittime. Nervi tesi anche tra i rispettivi governi. All'iniziativa della rivista ha fatto scudo lo stesso presidente francese Emmanuel Macron, parlando di «una libertà di blasfemia che è legata alla libertà di coscienza». Nel suo messaggio, Khamenei parla invece di «pretesto della libertà di espressione», denunciando come «sbagliato e demagogico» l'atteggiamento dell'Eliseo. «In una congiuntura simile - ha ipotizzato poi la Guida di Teheran - questa mossa potrebbe essere mirata a distrarre l'opinione pubblica dei Paesi dell'Asia occidentale dai malvagi complotti degli Stati Uniti e del regime sionista», riferendosi tra l'altro agli accordi di normalizzazione tra Israele ed Emirati Arabi Uniti, che aveva già denunciato come un «tradimento» dell'islam. Altre tensioni si scatenano anche tra Iran e Regno Unito, dopo che un tribunale rivoluzionario ha nuovamente incriminato Nazanin Zaghari-Ratcliffe, la cittadina irano-britannica dipendente della fondazione Thomson Reuters, che dal 2016 sta scontando una condanna a cinque anni di carcere a Teheran per presunto «spionaggio» e «tentativo di rovesciare la Repubblica islamica». II nuovo processo dovrebbe iniziare domenica, frustrando per il momento le speranze di Londra di un ritorno a casa della donna, che da aprile è in regime di semi-libertà per l'emergenza coronavirus. Una situazione che rilancia anche i timori per la sua salute, da tempo espressi dal marito Richard Ratcliffe.

Per inviare la propria opinione, telefonare:
La Nazione: 055/ 2495111
Il Resto del Carlino: 051/ 6006111
Il Giorno: 02/ 277991
oppure cliccare sulla e-mail sottostante

segreteria.redazione.firenze@monrif.net

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT