mercoledi` 26 febbraio 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Alan Dershowitz: 'Ecco 5 motivi per combattere il movimento razzista e antisemita BDS' (Sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






La Stampa Rassegna Stampa
24.01.2020 Germania: fuorilegge il movimento neonazista Combat 18
Cronaca di Walter Rauhe

Testata: La Stampa
Data: 24 gennaio 2020
Pagina: 19
Autore: Walter Rauhe
Titolo: «Il governo mette fuorilegge il movimento neonazista»

Riprendiamo dalla STAMPA di oggi, 24/01/2020, a pag.19, con il titolo "Il governo mette fuorilegge il movimento neonazista" la cronaca di Walter Rauhe.

Immagine correlata
Walter Rauhe

Risultati immagini per facebook antisemitism
Una pagina antisemita dal nome eloquente: "Giorno dell'uccisione dell'ebreo"

Il ministro degli Interni tedesco Horst Seehofer (Csu) ha messo ieri al bando la formazione di estrema destra Combat 18 dichiarandola con effetto immediato come fuorilegge e in contrasto con l'ordine costituzionale. Fondata in Germania nel 1999 da un braccio della British National Party, la formazione veniva considerata da tempo come una delle più aggressive e pericolose organizzazioni di stampo neonazista del Paese e viene accusata di apologia del Nazionalsocialismo e di attività violente nei confronti di ebrei, musulmani ed esponenti della sinistra. Già il nome è programma. «Combat» non ha bisogno di traduzione, mentre il numero 18 sta per le iniziali di Adolf Hitler nella loro successione alfabetica. 


Risultati immagini per Combat 18

Il blitz in sei regioni
 In mattinata 180 teste di cuoio della polizia tedesca hanno effettuato un blitz in sei regioni del Paese perquisendo appartamenti, locali di ritrovo e uffici dell'organizzazione e sequestrando computer, materiale propagandistico, bandiere con svastiche e documenti. La messa al bando della formazione tuttavia non è arrivato a sorpresa ed era già stato richiesto mesi fa da diversi ministri degli interni regionali, da Europol e dai servizi segreti che avevano segnalato gli stretti legami tra Combat 18 e il presunto assassino del politico della Cdu Walter Lübcke a Kassel nel giugno dell'anno scorso. Combat 18 inoltre fungeva da cellula tedesca della rete razzista e neonazista Blood and honour attiva soprattutto in Gran Bretagna e nei Paesi scandinavi e messa fuorilegge in Germania già nel 2000. Gli inquirenti hanno perquisito nche l'abitazione di Stanley Röske, 43 anni, considerato uno dei leader del gruppo e attualmente sotto processo per aver sparato contro un immigrato di origine tunisina in un supermercato. 
«Il divieto rappresenta un chiaro segnale - ha dichiarato ieri il ministro dell' Interno Horst Seehofer - L'estremismo di destra e l'antisemitismo non devono avere un posto nella nostra società e vanno combattuti senza pietà». Il ministro ha aggiunto che Combat 18 avrebbe contribuito attraverso la produzione di musica dai contenuti eversivi di estrema destra alla diffusione di un'ideologia che «disprezza la democrazia, l'ordine costituzionale e i più basilari diritti umani». 
L'omicidio dell'esponente cristiano-democratico Walter Lübcke e l'assalto alla sinagoga di Halle l'anno scorso dimostrano secondo Seehofer «il pericolo rappresentato da formazioni neonaziste». I partiti di opposizione, Verdi e Die Linke, accusano però il ministro degli Interni di aver rimandato troppo a lungo la messa al bando del gruppo permettendo così ai loro militanti di nascondere prove e documenti.

Per inviare la propria opinione alla Stampa, telefonare 011/65681, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

lettere@lastampa.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT