Riduci       Ingrandisci
Clicca qui per stampare

La Stampa Rassegna Stampa
07.02.2019 I modelli di gilet gialli e 5 Stelle: Stalin, Hitler, Mussolini, Lenin
Commento di Mattia Feltri

Testata: La Stampa
Data: 07 febbraio 2019
Pagina: 1
Autore: Mattia Feltri
Titolo: «Il club esclusivo»

Riprendiamo dalla STAMPA di oggi, 07/02/2019, a pag.1 il commento di Mattia Feltri dal titolo "Il club esclusivo".

Complimenti a Mattia Feltri, le dittature non arrivano soltanto per un colpo di stato. Come avvenne in Germania con Hitler, vengono votate ed elette, così è successo in Italia con il movimento 5 Stelle, amici/complici delle peggiori dittature (Iran, Assad,Turchia, Venezuela/Maduro ecc.) sghignazzando stanno mandando in rovina l'Italia.

Immagine correlata
Mattia Feltri

Immagine correlata
Benito Mussolini, Iosif Stalin, Adolf Hitler

Anche noi italiani abbiamo i gilet gialli, e li vedremo e li conteremo sabato quando scenderanno in piazza a Roma. Hanno un sito (giletgialli.it) dove proclamano di essere costretti dal capitalismo incontrollato e distorto a esprimere dissenso contro le élite finanziarie e i governi al servizio dei banchieri internazionali. Un programma interessante, e curiosamente ripreso da quello di Beppe Grillo («la finanza internazionale uccide gli Stati», «ormai le banche hanno sostituito le istituzioni democratiche»), già curiosamente ripreso da quello di Stalin («i governi capitalistici sono controllati dalle grandi banche», «in nessuna potenza capitalistica può essere formato un gabinetto contro la volontà dei magnati della finanza»), già curiosamente ripreso da quello di Adolf Hitler («gli Stati capitalistici utilizzano la menzogna, le truffe e il raggiro per negare ai popoli i diritti basilari e si preoccupano esclusivamente dei loro interessi finanziari», «sono i magnati del denaro, i loro baroni internazionali delle banche che odiano la Germania»), già curiosamente ripreso da quello di Benito Mussolini («lotta sorda e implacabile contro i gruppi finanziari», «chi possiede le casseforti dei popoli, dirige la loro politica»), già curiosamente ripreso da quello di Lenin («L’imperialismo è il capitalismo giunto a quella fase di sviluppo in cui si è formato il dominio dei monopoli e del capitale finanziario», «la potenza del capitale è tutto, la Borsa è tutto, mentre il parlamento è un gioco di pupazzi»). Diamo dunque il nostro cordiale benvenuto ai gilet gialli nell’esclusivo club dei benefattori del popolo.

Per inviare alla Stampa la propria opinione, telefonare: 011/ 65681, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


lettere@lastampa.it

Clicca qui per stampare questa pagina
Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui