giovedi` 22 agosto 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

L'Europa schierata con l'Iran cerca di conservare l'accordo sul nucleare. La risposta di Benjamin Netanyahu (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






La Stampa Rassegna Stampa
13.11.2018 Quello che unisce Beppe Grillo ai dittatori sanguinari del '900, da Hitler a Stalin
'Buongiorno', di Mattia Feltri

Testata: La Stampa
Data: 13 novembre 2018
Pagina: 1
Autore: Mattia Feltri
Titolo: «La parola d’ordine»

Riprendiamo dalla STAMPA di oggi, 13/11/2018, a pag.1 il commento di Mattia Feltri dal titolo "La parola d’ordine".

Complimenti a Mattia Feltri, può sembrare ironia, purtroppo non lo è.

Immagine correlata
Mattia Feltri

Immagine correlata
Beppe Grillo con i baffi di Hitler

Immagine correlata

La borghesia, ah la borghesia, «punto di riferimento per la noia di vivere», è tornata la borghesia «un po’ più aggressiva e sempre più benpensante», sono tornati i borghesi in piazza a Torino a «negare i diritti della gente che lavora», i borghesucci «cuscinetto fra Amazon e i suoi dipendenti sottopagati», ma non dubitate che «noi siamo decisi a distruggere questo sistema a tutti i costi, lo Stato borghese è giunto alla fine», faremo «la guerra ai ricchi e ai loro reggicoda, gli intellettuali borghesi» perché «il nostro credo è l’eroismo, quello borghese è l’egoismo», «la nostra borghesia è senza speranza», è una «borghesia troppo andata a male per confrontarsi con qualsiasi compito per l’umanità», ricordate che «la dittatura del proletariato è il dominio sulla borghesia» e diffidate del «maligno patriottismo del mondo borghese», pertanto dobbiamo evitare che la nostra società ideale «possa produrre elementi borghesi», ed è «necessario che il proletariato insorga contro la borghesia», il nostro paese deve essere «come una roccia gigantesca circondata dall’oceano degli stati borghesi». Oh scusate, mancava l’ultimo: «Ho eliminato un milione e ottocentomila reazionari borghesi». (I primi quattro virgolettati sono di Beppe Grillo, gli altri appartengono in ordine sparso a Joseph Goebbels, Adolf Hitler, Lenin, Mao Zedong, Benito Mussolini, Pol Pot, Josif Stalin. Non per dire che Grillo è della stessa pasta - che volgarità! che esagerazione! - ma per segnalare i riferimenti culturali, più probabilmente inconsapevoli, di certi rivoluzionari moderni ossia vecchissimi).

Per inviare alla Stampa la propria opinione, telefonare: 011/65681, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


lettere@lastampa.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT