lunedi` 18 dicembre 2017
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

La verità su Gerusalemme, capitale dello Stato di Israele: il racconto di Danny Ayalon
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

La dichiarazione di Barack Obama sullo status di Gerusalemme, capitale d'Israele (cliccare sulla funzione 'sottotitoli' per inserire i sottotitoli in italiano)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui



La Stampa Rassegna Stampa
09.08.2017 Parigi, nelle strade torna il terrorismo
Cronaca della Stampa

Testata: La Stampa
Data: 09 agosto 2017
Pagina: 1
Autore: la redazione della Stampa
Titolo: «Un’auto contro i soldati alla periferia di Parigi. 'Atto volontario', torna l’incubo terrorismo»

Riprendiamo dalla STAMPA online di oggi, 09/08/2017, la breve "Un’auto contro i soldati alla periferia di Parigi. 'Atto volontario', torna l’incubo terrorismo".

La frase "al momento nessuna pista è esclusa" la leggiamo sempre quando Allah huAkbar fa strage in tutto il mondo. Non sarebbe ora di eliminarla? Si escluderebbe così una delle disinformazioni che impediscono all'opinione pubblica di capire il pericolo globale del terrorismo islamico.

Ecco la breve:


La scena dopo l'attentato

Questa mattina un’auto ha investito alcuni militari dell’operazione antiterorismo “Sentinelle” a Levallois-Perret, alle porte di Parigi. Secondo le prime ricostruzioni non ci sono vittime: i militari feriti sono sei, di cui due in gravi condizioni ma non in pericolo di vita. L’auto è poi fuggita e nella zona è scattata una caccia all’uomo. Il dipartimento di polizia Hauts-de-Seine, alle porte di Parigi, ha spiegato che «si tratta di un atto a priori volontario». Anche il sindaco di Levallois, Patrick Balkany, non ha dubbi: «È sicuramente un atto deliberato», ha detto ai microfoni di Bfm-Tv. Il primo cittadino ha riferito che «una Bmw era posteggiata e quando i soldati sono usciti ha accelerato e si è precipitata su di loro». «Si tratta di un’aggressione intollerabile, lo trovo vergognoso», ha aggiunto. Secondo la prima ricostruzione, intorno alle 8.15 i militari del 35° reggimento fanteria sono usciti dalla caserma di place de Verdun quando l’auto parcheggiata ha accelerato e li ha travolti. Tutti i feriti stati trasportati all’ospedale militare di Percy à Clamart. Al momento nessuna pista è esclusa, compresa quella del terrorismo. Lo precisano gli inquirenti già al lavoro sul caso, sottolineando che al momento «nulla è escluso: un atto terroristico, il gesto di uno squilibrato o un semplice incidente stradale».

Per inviare la propria opinione alla Stampa, telefonare 011/65681, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


direttore@lastampa.it
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT