lunedi` 30 novembre 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Le radici della legittimità di Israele: parla Alan Dershowitz (Video con sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






L'Osservatore Romano Rassegna Stampa
22.10.2020 Su OR cambio di passo sugli Accordi Abramo
Una svolta nella linea oppure un fuoco di paglia?

Testata: L'Osservatore Romano
Data: 22 ottobre 2020
Pagina: 4
Autore: la redazione di OR
Titolo: «Delegazione degli Emirati in Israele»
Riprendiamo dall' OSSERVATORE ROMANO di oggi, 22/10/2020, a pag. 4, l'articolo "Delegazione degli Emirati in Israele".

Salutiamo con piacere il cambio di passo di OR sull'accordo tra Paesi arabi sunniti pragmatici e Israele. Sarà un mutamento duraturo oppure un fuoco di paglia?

Ecco l'articolo:

Israel and Arab countries both gain from better ties - The Sunday Guardian  Live

Per la prima volta, ieri, una delegazione ufficiale degli Emirati Arabi Uniti è giunta in Israele. E uno dei risultati della firma degli «Accordi di Abramo» avvenuta il 15 settembre alla Casa Bianca. L'obiettivo è ampliare la cooperazione dopo la normalizzazione dei rapporti. Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, e il ministro di Stato delle Finanze emiratino, Obaid Humaid Al Tayer, si sono incontrati per siglare una serie di accordi. Tra le intese, sottolineano i media israeliani, un accordo per l'esenzione dai visti nei viaggi tra i due Paesi. Dovrà essere poi ratificato dai rispettivi Parlamenti, come sottolinea il «Times of Israel». Alla firma degli accordi è stato presente anche il segretario al Tesoro Usa, Steven Mnuchin, con il quale Netanyahu ha in programma un bilaterale. Diversi rappresentanti dell'Amministrazione Usa hanno accompagnato la delegazione degli Emirati Arabi Uniti. Gli Emirati Arabi Uniti hanno anche annunciato che intendono aprire in tempi brevi un'ambasciata a Tel Aviv e hanno offerto ad Israele di fare altrettanto ad Abu Dhabi. «I rapporti fra i nostri Paesi — ha detto il ministro degli Esteri israeliano Gaby Ashkenzi — rappresentano un passo importante e significativo nella trasformazione del Medio oriente da una zona di conflitto in una regione di speranza, prosperità, stabilità e pace».

Per inviare la propria opinione all' OSSERVATORE ROMANO, telefonare 06/ 69883461, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

ornet@ossrom.va

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT