martedi` 31 marzo 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Bernie Sanders contro Israele (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






L'Osservatore Romano Rassegna Stampa
26.02.2020 Inversione causa/effetto: ecco come funziona la disinformazione
OR assolve i terroristi arabi palestinesi e punta il dito contro Israele

Testata: L'Osservatore Romano
Data: 26 febbraio 2020
Pagina: 3
Autore: la redazione di OR
Titolo: «Tensione tra Israele e Gaza»
Riprendiamo dall' OSSERVATORE ROMANO di oggi, 26/02/2020, a pag. 3, l'articolo "Tensione tra Israele e Gaza".

OR pubblica una velina che censura la violenza e il terrorismo di cui sono responsabili le fazioni estremiste arabo palestinesi e enfatizza le azioni difensive dell'esercito israeliano. L'articolo comincia, come di consueto, con la risposta israeliana, e solo in seguito accenna al terrorismo arabo palestinese, che comunque non viene mai definito come tale. In questo modo OR rovescia i nessi di causa ed effetto, anteponendo e quindi mettendo in risalto la risposta difensiva israeliana e sminuendo le azioni precedenti dei terroristi. La menzogna omissiva e il rovesciamento della realtà sono quindi ancora una volta la costante dell'informazione su Israele su OR.

Ecco l'articolo:

Risultati immagini per hamas terror
Terroristi di Hamas a Gaza

«Israele sarà costretto a lanciare il piano che abbiamo preparato per una guerra su larga scala se continuerà il lancio di razzi provenienti dalla Striscia di Gaza» ha detto ieri sera il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, facendo riferimento alle operazioni della Jihad islamica contro il territorio dello stato israeliano. Nelle ultime 24 ore, oltre ottanta ordigni sono stati lanciati dai combattenti jihadisti. Nel primo pomeriggio di ieri, l'aviazione israeliana ha risposto con diversi raid che hanno colpito obiettivi della Jihad islamica. Poche ore dopo la Jihad islamica ha annunciato lo stop degli attacchi contro Israele e ha fatto intendere la possibilità di aprire una tregua. «Le Brigate al-Quds annunciano di aver finito la risposta militare ai crimini e agli assassini commessi a Khan Younis e a Damasco. E promettiamo al nostro popolo e alla nostra nazione che continueremo la lotta» si legge in un comunicato diffuso dalla stampa locale. Questa mattina — stando a fonti giornalistiche locali — non sono stati registrati nuovi attacchi e al confine la situazione appare relativamente calma.

Per inviare la propria opinione all' OSSERVATORE ROMANO, telefonare 06/ 69883461, oppure cliccare sulla e-mail sottostante

ornet@ossrom.va

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT