martedi` 24 novembre 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Che cos'è il sionismo? Un video per capire da guardare e diffondere (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






ANSA Rassegna Stampa
19.11.2020 Turchia: fermata attivista iraniana anti-regime, rischia il rimpatrio
Ma i quotidiani italiani censurano la notizia

Testata: ANSA
Data: 19 novembre 2020
Pagina: 1
Autore: Ansa
Titolo: «'Passaporto falso', Turchia ferma attivista Iran anti-velo»
Riprendiamo oggi, 19/11/2020, da ANSA il commento dal titolo " 'Passaporto falso', Turchia ferma attivista Iran anti-velo".

I giornali ignorano quasi completamente questa importante notizia. A riportarla è il Corriere della Sera, ma ridotta in sole quattro righe e senza dare il risalto che meriterebbe. Così funziona la censura delle azioni criminali della Turchia islamista di Erdogan.

Ecco la cronaca:

Turchia, Lega a Borrell: Nasibe Semsai arrestata in Turchia, rischia 12  anni carcere in Iran. Ue faccia sentire propria voce - Agenpet
Nasibe Semsai

(ANSA) - ISTANBUL, 18 NOV - L'attivista iraniana contro il velo obbligatorio Nasibe Semsai, fuggita dalla Repubblica islamica dopo una condanna a 12 anni di carcere per la sua protesta, è stata fermata all'aeroporto di Istanbul mentre cercava di imbarcarsi su un volo per la Spagna. Secondo le autorità turche, la 36enne Semsai, tra le figure più note di campagne come quella del 'mercoledì bianco', dal colore dell'hijab che le donne si toglievano e sventolavano, avrebbe utilizzato un passaporto falso. L'attivista risulta ora trattenuta in un centro per migranti irregolari a Edirne, nei pressi del confine con la Grecia, e rischia l'espulsione verso il suo Paese d'origine. (ANSA).

Per inviare a Ansa la propria opinione, cliccare sulla e-mail sottostante


redazione.internet@ansa.it

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT