venerdi 23 ottobre 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Il suono dello Shofar


Clicca qui






fiammanirenstein.com Rassegna Stampa
01.07.2009 Gilad Shalit cittadino onorario di Roma
Questa sera la cerimonia in Campidoglio

Testata: fiammanirenstein.com
Data: 01 luglio 2009
Pagina: 1
Autore: Fiamma Nirenstein
Titolo: «Noam Shalit in audizione al Senato. Gilad Shalit cittadino onorario di Roma»

Riportiamo da WWW.FIAMMANIRENSTEIN.COM l'articolo dal titolo " Noam Shalit in audizione al Senato. Gilad Shalit cittadino onorario di Roma ".

Roma, 30 giu. (Apcom) - L'associazione parlamentare di Amicizia Italia-Israele sarà presente domani, mercoledì 1 luglio, alle ore 20.15, alla cerimonia in Campidoglio con la quale il sindaco di Roma Alemanno conferirà la cittadinanza onoraria a Gilad Shalit, il soldato israeliano ostaggio di Hamas da oltre 3 anni. Il tributo verrà consegnato dal primo c ittadino a Noam, il padre del ragazzo. "Troviamo particolarmente coraggioso e suggestivo il fatto che, da giovedì scorso, a seguito della delibera del consiglio comunale,  il Sindaco abbia voluto appendere sulla facciata del Campidoglio un grande ritratto con la foto del giovane e la scritta 'Roma vuole il suo cittadino Gilad Shalit libero'", affermano in una nota i parlamentari Enrico Pianetta, Fiamma Nirenstein, Gianni Vernetti e Rossana Boldi, componenti dell'ufficio di presidenza dell'associazione. "Inoltre, domani alle 12.30 - proseguono - l'Associazione di Amicizia incontrerà il padre di Gilad Shalit in audizione presso la Commissione Diritti Umani del Senato".
"Speriamo - concludono i parlamentari - che le iniziative italiane possano contribuire a liberare Gilad, che da più di tre anni si trova in uno stato di isolamento totale, tanto che neppure la Croce Rossa ha mai potuto incontrare il soldato per certificarne le condizioni di salute, o anche solo verificare che sia effettivamente ancora in vita. E' per questo che in passato l’Associazione parlamentare di Amicizia Italia-Israele ha presentato un appello alla Croce Rossa Internazionale affinché impieghi ogni sua energia per riuscire a visitare Gilad. E' orribile pensare quanto la mancanza di notizie sulla sorte del ragazzo, in disaccordo con tutte le convenzioni internazionali, stia facendo soffrire la madre, il padre e i fratelli di Gilad".


www.fiammanirenstein.com

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT