sabato 23 febbraio 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Brigitte Gabriel rivela la strategia per islamizzare l'America (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






Corriere della Sera Rassegna Stampa
12.02.2019 Diffamazione e odio razziale: indagato Lannutti
Cronaca di Ilaria Sacchettoni

Testata: Corriere della Sera
Data: 12 febbraio 2019
Pagina: 15
Autore:
Titolo: «'Diffamazione e odio razziale' indagato Lennutti»

Riprendiamo dal CORRIERE della SERA di oggi, 12/02/2019, a pag.15 con il titolo "'Diffamazione e odio razziale' indagato Lannutti", la cronaca di Ilaria Sacchettoni

Immagine correlataImmagine correlata
Elio Lannutti

Più che opportuna la denuncia della Comunità ebraica di Roma contro il senatore 5Stelle Elio Lannutti,  in un tweet in cui attaccando la «finanza criminale e i Rothschild» rilanciava i Protocolli dei Savi di Sion, un falso storico utilizzato anche dal fascismo e divenuto uno dei capisaldi teorici per giustificare l'Olocausto nazista, come riporta il Corriere. E' ora di finirla con le scuse 'post', 'non sono stato capito' ecc Lannutti sarà anche un ignorantone, ma citando i Protocolli sapeva benissimo a chde cosa si riferiva, il disonorevole senatore antisemita.
Immagine correlataImmagine correlata
                                                      Gianni Vattimo


Come lo sapeva benissimo l'esimio professore di filosofia all'Università di Torino Gianni Vattimo, quando nel 2008 fu alla testa di un manipolo di antagonisti -leggasi odiatori di Israele - quando lo Stato ebraico fu l'Ospite d'Onore al Salone del Libro di Torino. "Per capire Israele consiglio a tutti la lettura,  o la rilettura, dei "Protocolli dei Savi anziani di Sion".
Curiosamente nessuna istituzione, nemmeno nel campo ebraico, avvertì l'urgenza di una denuncia, pur essendocene tutti gli estremi. Vattimo è stato, tra l'altro, il diffusore in Italia delle opere di Heidegger, il filosofo di Hitler. Nulla, nemmeno una dichiarazione pubblica che ne stigmatizzasse le dichiarazioni.

Ecco la cronaca:

Immagine correlata
Ilaria Sacchettoni

La denuncia della comunità Ebraica di Roma, rappresentata dalla presidente Ruth Dureghello, è stata depositata nei giorni scorsi. E questo ha determinato l'avvio di un procedimento nei confronti di Elio Lannutti, il senatore del movimento Cinque Stelle che il 20 gennaio aveva pubblicato un tweet in cui attaccando la «finanza criminale e i Rothschild» rilanciava i Protocolli dei Savi di Sion, un falso storico utilizzato anche dal fascismo e divenuto uno dei capisaldi teorici per giustificare l'Olocausto nazista. Lannutti è stato iscritto sul registro degli indagati per diffamazione aggravata dall'odio razziale. Il parlamentare avrebbe fatto suo il documento che fu creato nei primi anni del secolo scorso dalla polizia segreta dello zar per alimentare l'odio contro gli ebrei, attribuendogli un complotto con la massoneria per sottomettere il mondo. Della questione si era accorto per primo il deputato pd Emanuele Fiano: «Scusate ma dove stiamo andando a finire? Un senatore dei Cinque Stelle che cita i Protocolli dei Savi di Sion, l'emblema dei falsi alla base dell'antisemitismo...». Lannutti si era poi scusato, attraverso un post su Facebook, dicendo di aver pubblicato «un link sui banchieri Rothschild, senza alcun commento poiché non avevo alcuna volontà di offendere alcuno, tantomeno le comunità ebraiche o altri, mi scuso se il link ha urtato la sensibilità. Condividere un link non significa condividere contenuti, da cui comunque prendo le distanze. Ci tengo a sottolineare che non sono, né sarò mai antisemita». A questo punto la procura farà le sue verifiche attraverso la Digos e lo stesso senatore sarà riascoltato. Dopo il tweet qualcuno fra i Cinque Stelle aveva parlato di inconsapevolezza, altri ipotizzavano che potesse essere sottoposto a procedimento per valutare l'eventuale espulsione. Ora dal Pd rilanciano: «Che aspettano i Cinque Stelle a espellere il senatore Lannutti? Certo, più facile cacciare chi critica i condoni e quelli che pensano che il governo non è sopra la legge» attacca il vice presidente della Camera Ettore Rosato. Sulla questione si era a lungo espressa la Dureghello in un'intervista al Corriere: «Chi ha rispolverato e divulgato uno dei simboli del più odioso antisemitismo siede in Senato — aveva sottolineato — istituzione che dovrebbe rappresentare il luogo più alto della democrazia, della saggezza e della morale. Per di più questa stessa persona appartiene a un Movimento che oggi è decisiva forza di governo. E stato varcato un confine inaudito».

Per inviare la propria opinione al Corriere della Sera, telefonare:02/62821, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


https://www.corriere.it/scrivi/

Clicca qui per stampare questa pagina
Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT