lunedi` 21 settembre 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Ecco il volto dell' 'islam moderato' (sottotitoli a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Ansamed Rassegna Stampa
01.09.2018 Anche Israele ha il problema dell'immigrazione clandestina
La protesta in un quartiere popolare di Tel Aviv

Testata: Ansamed
Data: 01 settembre 2018
Pagina: 1
Autore: La redazione israeliana
Titolo: «Tel Aviv, rione popolare contro africani»

Riprendiamo una ANSA Med del 31/08/2018 dal titolo " Tel Aviv, rione popolare contro africani"

In Israele, come nei paesi democratici europei, c'è stata una protesta, che Ansa chiama correttamente ' manifestazione di collera' per la presenza di migliaia di migranti clandestini in un quartiere popolare di Tel Aviv.
Come in Europa, anche al governo di Gerusalemme viene richiesta con forza la risoluzione di un problema che tarda ad essere affrontato in modo serio. E' vero che ne esistono altri che coinvolgono la sicurezza del paese, ma la vita quotidiana ha la sua importanza. Ci auguriamo che la risistemazione altrove dei clandestini avvenga quanto prima. 

Risultati immagini per tel aviv refugees
Migranti di origine africana a Tel Aviv

(ANSAmed) - TEL AVIV, 31 AGO - Centinaia di abitanti di un rione popolare di Tel Aviv - dove la presenza di migranti stranieri e' molto marcata - hanno dato vita la scorsa notte ad una "manifestazione di collera" in cui hanno invocato la espulsione immediata dei circa 35 mila migranti eritrei e sudanesi che vivono in Israele. Hanno anche duramente criticato il governo per non aver saputo ancora risolvere la questione, malgrado le promesse pronunciate un anno fa dal premier Benyamin Netanyahu durante una visita in quelle strade. "Da allora nulla e' stato risolto, anzi la situazione e' molto peggiorata" ha affermato l'organizzatrice della protesta, Sheffi Paz. Al termine della manifestazione i dimostranti hanno stracciato e bruciato una bandiera dell'Eritrea e hanno dato fuoco all'immagine del ministro degli interni Arie Deri (del partito religioso Shas) "reo" di mostrarsi disponibile ad una intesa fra Israele e l'Onu per una eventuale ricollocazione in Occidente, che peṛ allungherebbe i tempi della permanenza in Israele.

Per inviare a Ansa Med la propria opinione, cliccare sulla e-mail sottostante


ansamed@ansamed.info

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT