martedi` 31 marzo 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Bernie Sanders contro Israele (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
22.02.2020 Londra: progettato un attentato alla cattedrale
Commento di Stefano Piazza

Testata: Informazione Corretta
Data: 22 febbraio 2020
Pagina: 1
Autore: Stefano Piazza
Titolo: «Londra: progettato un attentato alla cattedrale»
Londra: progettato un attentato alla cattedrale
Commento di Stefano Piazza


Risultato immagini per Safiyya Amira Shaikh
Safiyya Amira Shaikh

Questa mattina la 36enne convertita all’islam Safiyya Amira Shaikh alias di Michelle Ramsden, di Hayes (West London) è comparsa davanti ai giudici della “Central Criminal Court” meglio conosciuta con il nome di Old Bailey. I giudici la devono giudicare per l’accusa di reati di terrorismo. La donna convertitasi nel 2007 e che avrebbe iniziato il suo percorso tra le file degli estremisti salafiti nel 2015 frequentando un sito internet, scriveva in alcune chat; “preferirei morire giovane e arrivare a Jannah (il paradiso) nel modo più veloce possibile” e a proposito di attentati da compiere “da sempre vorrei fare qualcosa di grosso … uccidere un kafir (infedele) non è abbastanza per me”. Safiyya Amira Shaikh venne arrestata il 13 ottobre del 2019 da un agente dell’antiterrorismo inglese che si era infiltrato in una chat gestita da estremisti islamici ai quali aveva promesso per ottenere delle prove, espolosivi e delle armi. La donna venne fermata con l’accusa di aver progettato un devastante attentato nella Cattedrale di San Paolo (Saint Paul Cathedral), una delle due cattedrali della chiesa anglicana di Londra. Il 16 Ottobre 2019 la donna apparve davanti davanti ai giudici che inglesi che la accusarono di aver avuto tra il 19 agosto e il 10 ottobre 2019, numerosi contatti con esponenti dello Stato islamico al quale avrebbe giurato fedeltà e che avrebbe di seguito rivendicato i suoi attacchi. Molte delle prove erano contenute nei telefoni cellulari sequestrati a Safiyya Amira Shaikh che ha anche condiviso numerosi file terroristici tramite l’app di messaggistica Telegram. La 36enne abbigliata con una lunga tunica nera, ha ammesso davanti alla corte tutte le proprie responsabilità parlando lentamente e senza scomporsi. La sentenza è prevista per il prossimo 11 maggio 2020 a meno che i suoi legali d’ufficio (visto che la donna percepiva l’aiuto sociale) chiedano una perizia psichiatrica.

Risultati immagini per stefano piazza giornalista
Stefano Piazza

takinut@gmail.com

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT