martedi` 23 luglio 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Danny Danon all'Onu: 'E' tempo di dichiarare guerra all'antisemitismo, anche quello mascherato da odio contro Israele' (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
06.02.2019 Varsavia-Monaco: due conferenze mondiali per la sicurezza di fronte al pericolo Iran
Dal 13 al 17 febbraio, con i Ministri degli Esteri di tutto il mondo

Testata: Informazione Corretta
Data: 06 febbraio 2019
Pagina: 1
Autore: IC redazione
Titolo: «Varsavia-Monaco: due conferenze mondiali per la sicurezza di fronte al pericolo Iran»

Cari lettori di IC,
a Varsavia e a Monaco, rispettivamente il 13-14 e il 15-17 febbraio, si svolgeranno due grandi conferenze mondiali sul pericolo Iran, con la presenza del Segretario di Stato Usa Mike Pompeo insieme a moltissimi  Ministri degli Esteri. Parteciperà Bibi Netanyahu.

Pubblichiamo oggi una sintesi per punti sul pericolo Iran che spiega l'importanza di queste conferenza, vi chiediamo di diffonderla il più possibile ai vostri contatti.

40 anni dalla Rivoluzione Islamica in Iran – 11 febbraio 2019

Summit di Varsavia – 13-14 febbraio 2019

Conferenza di Monaco sulla Sicurezza – 15-17 febbraio 2019

1. Quaranta anni dopo la rivoluzione islamica, l’Iran è governato dal medesimo regime radicale e oppressivo. La sua ideologia sciita fondamentalista è in aperta contraddizione con i valori cari alle democrazie: libertà individuali e diritti umani.

2. L’Iran sta incontestabilmente attuando una politica egemonica e aggressiva, che costituisce una grave minaccia alla pace a alla sicurezza.

3. La mancanza di stabilità in Medio Oriente può anche avere diverse concause, ma la causa principale è l’Iran.

4. Scopo principale del Summit di Varsavia e della Conferenza di Monaco è quello di chiamare a raccolta la comunità internazionale, per affrontare la sfida di promuovere pace e sicurezza in Medio Oriente.

5. Il Summit di Varsavia e la Conferenza di Monaco offrono l’opportunità di rivalutare l’attuale atteggiamento della comunità internazionale nei confronti dell’Iran, e formulare un programma per far fronte alla minaccia iraniana.

6. L’Iran è una minaccia maggiore alla stabilità mondiale più adesso di quanto lo fosse quaranta anni fa.

7. La comunità internazionale è riuscita in passato a far fronte alla minaccia iraniana quando ha lavorato in concomitanza con gli Stati Uniti e quando ha utilizzato il mezzo efficace di sanzioni paralizzanti.

8. È necessario che oggi la comunità internazionale trovi il modo di difendere con efficacia i propri cittadini.

9. L’Iran esprime preoccupazione per il Summit e la Conferenza, dal momento che esso è ben conscio delle proprie azioni nefande, che saranno ovviamente oggetto di discussione in quelle occasioni.

10. La comunità economica e di affari, così come le organizzazioni per i diritti umani in tutto il mondo, comprendono i pericoli della minaccia iraniana. I governi dovrebbero non soltanto partecipare, ma anche condurre la campagna, per il bene dei propri elettori.

11. La comunità internazionale non può evitare di far fronte alla minaccia iraniana.

Come l’Iran costituisce una minaccia per l’Europa?

12. I pericoli legati all’Iran vanno ben oltre il Medio Oriente, costituendo una potenziale minaccia per l’Europa. È importante dunque che i paesi europei partecipino al Summit europeo ai massimi livelli.

13. Le azioni iraniane hanno un forte impatto sulle vite degli europei: ondate di profughi, aumento del terrorismo, crimine e danni economici, cyber-guerra. Inoltre i tentativi di assumere il controllo di rotte energetiche e lo sviluppo di missili balistici sono minacce di gran lunga maggiori per l’Europa.

14. L’Iran non ha rinunciato alle proprie aspirazioni di sviluppare potenziale nucleare militare, e ha ripetutamente mentito alla comunità internazionale sulle sue reali intenzioni: dotarsi di armi nucleari.

15. Il “Piano d'azione congiunto globale” (JCPOA), comunemente noto come accordo sul nucleare iraniano, è stato un pessimo accordo, che spiana la strada a una futura bomba nucleare iraniana.

16. In passato l’Europa ha collaborato con gli Stati Uniti per imporre all’Iran delle sanzioni efficaci che, alla fine, hanno indotto il regime iraniano ad avviare trattative sul suo programma nucleare.

17. L’Europa ha rinunciato al suo più efficace strumento per arginare il regime radicale iraniano nel momento in cui ha cancellato le dure sanzioni economiche. Contribuendo invece in tal modo ad accrescere la disinvoltura dell’Iran ad intensificare le proprie aggressioni, comprese le attività terroristiche in suolo europeo.

18. L’Iran spende le ingenti somme di denaro ricevute grazie al JCPOA per accrescere la violenza in Medio Oriente, anziché per migliorare il benessere dei cittadini iraniani.

19. L’Europa si considera un faro dei diritti umani, ma la sua attuale politica sacrifica di fatto i diritti dei cittadini iraniani.

Sommario delle minacce iraniane:

20. L’Iran farà di tutto per raggiungere il proprio obiettivo di costruire un arsenale missilistico offensivo.

21. Il programma missilistico iraniano è una minaccia diretta all’Europa.

22. L’Iran aspira a preservare il proprio potenziale nucleare e a sviluppare un arsenale militare nucleare in futuro.

23. L’Iran foraggia il terrorismo in tutto il mondo, destabilizza governi, e prende il controllo di rotte energetiche.

24. Teheran ha ordito attacchi terroristici in suolo europeo, in Olanda, Francia, Danimarca e Albania. È necessario porre fine alle attività sovversive e terroristiche dell’Iran.

25. L’Iran sta lanciando dei cyber-attacchi e campagne di disinformazione politica in altri paesi.

26. L’Iran arresta arbitrariamente cittadini con doppia cittadinanza europea-iraniana e li tiene carcere senza un giusto processo. Questo è un ulteriore esempio delle gravissime violazioni dei diritti umani da parte del regime.


info@informazionecorretta.com

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT