mercoledi` 16 gennaio 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Gaza: le responsabilità sono di Hamas (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
11.01.2019 Doppia lealtà: questa volta non c'entra Israele
Commento di Michelle Mazel

Testata: Informazione Corretta
Data: 11 gennaio 2019
Pagina: 1
Autore: Michelle Mazel
Titolo: «Doppia lealtà: questa volta non c'entra Israele»

Doppia lealtà: questa volta non c'entra Israele
Commento di Michelle Mazel

(Traduzione dal francese di Yehudit Weisz)

https://benillouche.blogspot.com/2019/01/double-allegeance-par-michele-mazel.html#more

Immagine correlata
Rashida Tlaib

La Signora Rashida Tlaib, neo-eletta deputata democratica al Congresso degli Stati Uniti, ha opinioni piuttosto arretrate su tutta una serie di argomenti, in particolare sul Presidente degli Stati Uniti, che, secondo lei, il suo partito sta impegnandosi a destituire. Se ne era vantata in termini così scortesi da imbarazzare molti democratici. Una delle sue prime prese di posizione è stata quella di opporsi con veemenza al disegno di legge contro il movimento BDS che i repubblicani si apprestano a depositare. Si tratta di imporre sanzioni contro le compagnie americane che partecipano a questo movimento, che mira non solo a boicottare ma anche a delegittimare Israele. Secondo lei, una tale normativa sarebbe contraria alla libertà di espressione, diritto sacrosanto garantito dalla Costituzione e dai rappresentanti degli Stati Uniti. Più grave ancora, è che lei accusa i promotori di questo disegno di legge "per aver dimenticato quale Paese rappresentano ": insinua persino che coloro che tra questi rappresentanti sono ebrei, mostrano una doppia lealtà. Doppia lealtà, Quinta colonna, traditori ... sono passati secoli da quando gli ebrei venivano presi di mira da accuse simili, rigurgitanti antisemitismo. Eppure gli ebrei americani, che votano prevalentemente per il Partito Democratico, non hanno reagito. Ma cosa sappiamo di Rashida Tlaib, astro nascente di questo partito? Figlia di emigranti palestinesi, venuti in America per cercare una vita migliore, è nata a Detroit, nel Michigan. A 42 anni, avvocato, presentata dalla stampa francese come "americano-palestinese", è divorziata e ha due figli. Rivendica con orgoglio la sua appartenenza alla religione musulmana e le sue origini palestinesi, ed é indossando un abito tradizionale palestinese che ha giurato - sul Corano, nella versione in inglese. La storia non ci dice se sappia leggere l'arabo. Secondo le sue dichiarazioni riportate su l’Express , il resto della sua famiglia, che vive tuttora in Cisgiordania, ha seguito da vicino la notte delle elezioni. "Sono incollati davanti alla TV. Mia nonna, le mie zie e i miei zii si sono riuniti per guardare la loro nipotina " , ha detto con le lacrime agli occhi. Tocca a Le Point dare ulteriori spiegazioni: "Gli zii ora sperano che la loro nipote possa arginare la politica pro-Israele del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump". Non potrebbe essere più chiaro. Non era su questo programma che è stata eletta dai coraggiosi cittadini dello Stato del Michigan. Sarebbe quindi illegittimo suggerire che è nei suoi legami palestinesi e non nella democrazia americana, che dobbiamo cercare la fonte della sua implacabile ostilità nei confronti di Israele, un Paese che considera illegittimo, fonte anche della sua posizione per il diritto al ritorno dei rifugiati palestinesi, il che significherebbe la scomparsa di quello Stato? Per non parlare poi del giuramento sul Corano e noi conosciamo bene la violenza degli attacchi agli ebrei contenuti in questo sacro testo. In ogni caso, ciò che sorprende, è che l'ardore con cui lei abbraccia la causa palestinese non è assolutamente, a suo avviso, una manifestazione di doppia lealtà.

Immagine correlata
Michelle Mazel


info@informazionecorretta.com

Clicca qui per stampare questa pagina
Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT