lunedi` 16 luglio 2018
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

I missili dei terroristi islamici (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Nikki Haley all'Onu contro la demonizzazione di Israele (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui



Informazione Corretta Rassegna Stampa
09.07.2018 IC7 - Il commento di Andrea Jarach: Una novità di Informazione Corretta che mi piace molto
Dall'1 al 7 luglio 2017

Testata: Informazione Corretta
Data: 09 luglio 2018
Pagina: 1
Autore: Andrea Jarach
Titolo: «IC7 - Il commento di Andrea Jarach: Una novità di Informazione Corretta che mi piace molto»

IC7 - Il commento di Andrea Jarach
Dall'1 al 7 luglio 2017

Una novità di Informazione Corretta che mi piace molto

Immagine correlata

Da qualche giorno hanno iniziato a essere pubblicate da Informazione Corretta delle “Breaking News” fresche di giornata che arrivano dall’amico Vito Anav che abita a Gerusalemme dopo una Aliah da Roma. E che lui produceva da mesi a titolo volontario per la sua rete di contatti in Italia. Imperdibili, queste news ci portano in Israele, spesso dentro eventi importanti che vengono omessi dai media che ci circondano, tradizionali e digitali. Si tratta di notizie davvero fresche, talvolta si riferiscono a fatti ancora in via di svolgimento, ma che ci consentono, senza filtri dei media, di essere aggiornati in lingua italiana. Le fonti sono quelle ufficiali.

Immagine correlata
Vito Anav

Vito Anav per il Keren Hayesod segue da vicino i gruppi dell’amicizia cristiano-ebraica. Un tesoro di amicizia e di solidarietà per Israele. Un’attività che ha portato a gemellaggi tra città che coinvolgono alcune delle realtà più dinamiche di Israele, come di recente Mitzpe Ramon. Il valore di un lavoro come quello di Vito è immenso. Aiuta a rigenerare il tessuto di relazioni strette che l’Italia, specie meridionale, ha con il mondo ebraico. Una relazione durata secoli soprattutto nella Magna Grecia. E che non si interruppe con la cacciata della fine del 1400 ad opera dei re di Spagna. Per 600 anni le braci di questa relazione sono rimaste sotto la sabbia pronte a dare vita a nuove fiamme. Avvenne ovunque nel periodo 1945-48 prima della nascita dello Stato di Israele. Con il fenomeno della Alià Bet. Dalla Puglia in particolare partirono migliaia di reduci dai campi o di ebrei sfollati dalle persecuzioni. In Puglia vi furono episodi importanti di fratellanza e solidarietà. Ben raccontati in alcuni recenti documentari. Ho voluto ricordare qui l’attività di Vito Anav perché spesso da una sola persona possono scaturire infinite cose buone. E ognuno di noi può fare la differenza.

Informazione Corretta, sempre al passo con i tempi e desiderosa di rinnovarsi, ha offerto a Vito una ottima piattaforma per rilanciare le sue news alle migliaia di abbonati e che ne fanno un mezzo di informazione prezioso per tutti coloro che hanno a cuore l’onestà e le sorti di Israele. La prossima impresa di Vito? La pubblicazione di un libro di preghiere comuni tra ebraismo e cristianesimo. Un ponte tra le culture che servirà a fare fund raising per il Keren Hayesod. E aiutare così concretamente la fasce più deboli della società in Israele. Per informazioni potete contattare Vito.

Risultati immagini per Andrea Jarach
Andrea Jarach, presidente nazionale Keren Hayesod Italia 
www.khitalia.org


http://www.informazionecorretta.it/main.php?sez=90

Clicca qui per stampare questa pagina
Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT