venerdi 06 dicembre 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Il negazionismo nel mondo arabo (Sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
07.05.2010 Perchè i giornali tralasciano notizie importanti per star dietro ai mercanteggiamenti da suk arabo di Abu Mazen?!?
Cartoline da Eurabia, di Ugo Volli

Testata: Informazione Corretta
Data: 07 maggio 2010
Pagina: 1
Autore: Ugo Volli
Titolo: «Perchè i giornali tralasciano notizie importanti per star dietro ai mercanteggiamenti da suk arabo di Abu Mazen?!?»

Cartoline da Eurabia, di Ugo Volli

Perchè i giornali tralasciano notizie importanti per star dietro ai mercanteggiamenti da suk arabo di Abu Mazen?!?


Richard Goldstone e il suo passato di giudice razzista, ignorato dai giornali

Cari amici,

avete letto la mia cartolina di ieri? Se non l'avete fatto, leggetela. Vi racconto che il giudice Goldstone, quello glorificato dai media di tutto il mondo come giustiziere internazionale incorruttibile, premiato recentemente dai soliti ebrei antisraeliani della rivista Tikkun come "esempio di valori ebraici", è stato responsabile come giudice sudafricano dell'apartheid di 28 condanne a morte eseguite e di molte più fustigazioni - sempre di neri, naturalmente. Prima di prendersela con gli ebrei... Se volete qualche dettaglio in più andate qui: http://www.huffingtonpost.com/ashley-rindsberg/uns-goldstone-sent-13-yea_b_359696.html . Troverete fra l'altro la storia di un ragazzino di 13 anni mandato in galera da Goldstone nel 1986 per aver fatto propaganda antirazzista, di altri due pesantemente condannati da lui per aver detenuto nastri con discorsi di leader dell'ANC, eccetera. Un vero giudice da tribunale speciale fascista. O comunista. Forse per questo piace molto ai neoicomunisti del Manifesto, dell'Unità e dintorni... Goldstone interpellato su queste contestazioni non ha smentito, non poteva, non più di quanto abbiamo potuto smentire i leader nazisti dopo la guerra. Ha borbottato che lui era solo una rotella di un ingranaggio, e che avendo deciso di fare il giudice (ma chi lo obbligava?) doveva applicare la legge vigente. Poi ha scoiperto la sua passione per la giustizia internazionale e sarebbe stato ipocrita sottrarsi solo per aver fatto ammazzare una trentina di persone in passato... se non c'era lui, chi altri poteva condannare Israele con l'attenuante di esser circonciso (ce n'erano, purtroppo ce n'erano, ce ne sono anche in Italia)? (http://www.haaretz.com/print-edition/news/richard-goldstone-i-have-no-regrets-about-the-gaza-war-report-1.288535). Lasciatemelo dire: che schifo! 

Devo farvi però una piccola domanda: avete trovato notizie di questi fatti sui giornali italiano o europei? Sui nobili fogli cristiani che si scandalizzano un giorno sì e l'altro pure per le violazioni dei diritti umani commesse da Israele sui palestinesi? Sui fogli comunisti ecologisti giustizialisti che sguazzano da un anno sule rivelazioni del rapporto Goldstone? Naturalmente no, almeno fino al momento in cui vi scrivo queste righe (giovedì sera) non ce n'è traccia.

Adesso leggete la mia cartolina dell'altro ieri, se non l'avete fatto. C'è il consigliere della sicurezza nazionale americano Jones che si diverte a raccontare barzellette antisemite (e poi sì, lui si scusa). Avete letto qualcosa di questo sui media? Il giorno prima vi ho raccontato di quel teorizzatore dell'Israel Lobby che divide gli ebrei in "neo-afrikaneer" (tutti quelli che sostengono Israele) e giusti (quelli che lo odiano, i Chomski, Klein, J-steet, e prossimamente gli europei di J-call, immagino). Trovato qualcosa nei giornali? E dell'aggressione al diplomatico israeliano a Manchester? dell'"artista" danese che immagina la "soluzione finale" del problema isrealiano in maniera non troppo vagamente palestinese-hitleriano? No, naturalmente no, nessuno ha scritto niente. Tutti a stare dietro agli appartamenti dei quartieri di Gerusalemme e ai mercanteggiamenti da suk arabo - be', non è una metafora...-di quel grand'uomo di Abu Mazen.

Non vado avanti, anche se rileggendo le cartoline potrei citarvi casi a centinaia. Il fatto è che i giornali di Eurabia, da Repubblica a Le Monde a El Pais fino ai fogli dei partitini non solo deformano la verità appoggiando spudoratamente il terrorismo e l'islamismo, ma censurano sistematicamente tutto quello che può turbare i loro amici col turbante. L'ultimo caso è la casa produttrice di South Park, che in Svezia ha cancellato le puntate con Maometto vestito da orsacchiotto (ve ne ho parlato una decina di giorni fa) "per evitare guai ai propri dipendenti. E nessuno ne ha parlato...

Io spero di divertirvi, perché dico le cose in maniera un po' scherzosa. Ma vi invito a controllare tutto quel che scrivo sulle fonti che vi indico e altrove sulla rete: è così facile trovare qualcosa, quando si sa cosa cercare.... E poi mi auguro che voi diffondiate le notizie. Perché quando la stampa non fa il suo mestiere e non dà le notizie importanti, ci vuole il samizdat, la rete interpersonale. E per fortuna c'è Informazione Corretta che fa da possibile hub  per la controinformazione all'islamismo.

Ugo Volli


http://www.informazionecorretta.it/main.php?sez=90

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT