lunedi` 06 luglio 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Che cos'è il sionismo? Un video per capire da guardare e diffondere (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






Informazione Corretta Rassegna Stampa
09.10.2009 Al blocco dell'attività degli insediamenti non ci crede più neanche Obama, perchè insistere?
Cartoline da Eurabia, di Ugo Volli

Testata: Informazione Corretta
Data: 09 ottobre 2009
Pagina: 1
Autore: Ugo Volli
Titolo: «Al blocco dell'attività degli insediamenti non ci crede più neanche Obama, perchè insistere?»

Cartoline da Eurabia, di Ugo Volli

Al blocco dell'attività degli insediamenti non ci crede più neanche Obama, perchè insistere?

Nei giorni scorsi è stato a Roma quel signore che non c'è che di mestiere fa il presidente dell'Autorità Palestinese. Dato che non c'è, non si ha memoria di quel che abbia detto o fatto, ma solo di quello che hanno fatto a lui. Intanto qualcuno gli ha regalato una bella villa, perché ne faccia l'ambasciata di uno Stato che non c'è: un bel giocattolo, come le casette che una volta si regalavano ai bambini. Poi gli hanno fatto dei discorsi. Berlusconi ha detto: "Insistiamo con i nostri amici di Israele affinché il primo passo sia il congelamento dei loro insediamenti." Frattini ha detto che Israele deve arrestare gli insediamenti per iniziare le trattative. Alemanno ha detto "«È indispensabile che Israele faccia ogni sforzo per bloccare in modo definitivo gli insediamenti in Cisgiordania» Vengono in mente due cose. La prima: non non era in crisi la maggioranza di Berlusconi? La seconda è la vecchia definizione dell'Austria-Ungheria: sempre indietro di un'idea, di un arma, di un trattato. Ormai al blocco dell'attività degli insediamenti non ci crede neanche Obama. Ha commentato D'Alema: "L'Europa dovrebbe far sentire di più la sua voce". Chi, grazie al suo sguardo acutissimo è riuscito a vedere il presidente che non c'è, sostiene che sorridesse.

Ugo Volli


http://www.informazionecorretta.it/main.php?sez=90

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT