mercoledi` 15 agosto 2018
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Il programma dei terroristi di Hamas: antisemitismo, distruzione di Israele e sharia (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Quali sono davvero i territori palestinesi 'occupati'? (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui



Avvenire Rassegna Stampa
13.06.2018 Il terrorismo arabo palestinese non ha bisogno di virgolette
Ma Avvenire disinforma ancora

Testata: Avvenire
Data: 13 giugno 2018
Pagina: 15
Autore: R.E.
Titolo: «Israele. Giovane aggredita, 'atto terroristico'»

Riprendiamo da AVVENIRE di oggi, 13/06/2018, a pag.15, con il titolo "Israele. Giovane aggredita, 'atto terroristico' ", il commento a firma R.E.

Avvenire nel titolo della breve mette tra virgolette "atto terroristico", in modo da lasciare il dubbio sulla specificità di quanto è accaduto ad Afula, che invece è chiaro: l'ennesimo attacco terroristico arabo palestinese. Le virgolette di Avvenire, però, insinuano il dubbio, il sospetto che possa non essere andata proprio così, che si tratti soltanto di un'opinione: per questo non sono un dettaglio, ma un elemento che disinforma grandemente.

Ecco l'articolo:

Immagine correlata

Immagine correlata
Terroristi arabi palestinesi, senza virgolette

Lunedì ad Afula, nel nord di Israele. Lo Shin Bet è arrivato a questa conclusione dopo aver interrogato a lungo un palestinese di 20 anni, catturato nelle immediate vicinanze e trovato in possesso di un coltello. Shuva Malka, 18 anni, è stata aggredita alle spalle mentre, poco prima di mezzogiorno, andava a scuola per fare gli esami di maturità. Si è accasciata vicino a una caffetteria. L'attentatore è subito fuggito dalla scena, ma gli agenti di polizia sono riusciti ad arrestarlo poco dopo. Si tratta di un palestinese della città di lenin, in Cisgiordania, che, ha spiegato la polizia, era entrato in Israele senza permesso. La ragazza resta ricoverata nel reparto di terapia intensiva di un ospedale cittadino. I medici hanno riferito che, dopo aver subito un intervento d'urgenza, è in condizioni gravi ma stabili. Michal e Gabriel Malka, i genitori di Shuva, hanno detto alla stampa che la giovane è sopravvissuta «solo per miracolo» a quella aggressione, e hanno chiesto al governo una risposta adeguata affinché i bambini possano camminare per le strade in sicurezza. «Ci aspettiamo che Israele protegga i nostri figli», hanno concluso.

 

Per inviare a Avvenire la propria opinione, telefonare: 02/6780510, oppure cliccare sulla e-mail sottostante


lettere@avvenire.it

Clicca qui per stampare questa pagina
Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT