Riduci       Ingrandisci
Clicca qui per stampare

 
Ugo Volli
Cartoline
<< torna all'indice della rubrica
Gli agenti provocatori delle Ong di sinistra in Israele, complici di torture e omicidi 13/01/2016
Gli agenti provocatori delle Ong di sinistra in Israele, complici di torture e omicidi
Cartoline da Eurabia, di Ugo Volli

A destra: Ezra Nawi

Cari amici,

l'altro giorno Informazione Corretta ha pubblicato con un articolo di Giovanni Quer (http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=115&sez=120&id=61008), una notizia che nessun altro giornale italiano (e per quel che ne so, europeo) ha ripreso, anche se essa è stata largamente diffusa nella stampa israeliana, anche nelle lingue occidentali. Vale la pena di riparlarne, perché è davvero una cosa importante, e ha avuto sviluppi interessanti. La storia è questa. Una trasmissione televisiva israeliana di giornalismo investigativo (il suo nome è Uvda: http://tin.tv/site/show/cat2/fact-2012-uvda) ha diffuso la settimana scorsa un video in cui si mostra un noto personaggio della sinistra israeliana, molto attivo nel mondo delle Ong antisioniste come Betzelem, “Breaking the silence" eccetera, mentre si vantava della sua attività contro la vendita di terre di proprietà araba a ebrei. Come molti non sanno l'Autorità Palestinese ha deciso che vendere della terra araba agli ebrei è un reato penale. E già questa è una dimostrazione del suo razzismo: dove altro al mondo la vendita di un appartamento o di un campo a un canadese o meglio a un luterano, perché la legge riguarda gli ebrei israeliani, non gli arabi israeliani, o è un reato? Neanche nella Germania nazista le leggi di Norimberga stabilivano qualcosa del genere, semplicemente proibivano queste compravendite. Ma non basta, il “reato” in questione è punito con la pena di morte, assai più gravemente cioè dell'omicidio. E di solito, per evitare lungaggini e fastidi giuridici, questa pena non viene erogata dopo un processo, ma direttamente eseguita dalle “forze di sicurezza” o da altre bande palestiniste. Cioè: se tu, suddito dell'AP (ma anche arabo isrealiano) tenti di vendere il tuo orto a un ebreo e la polizia o un'organizzazione palestinista viene a saperlo, ti prendono, ti torturano per farti confessare e ti ammazzano, con o senza processo (questo è un esempio: http://www.dailymail.co.uk/news/article-2134245/Former-Palestinian-intelligence-officer-sentenced-death-selling-home-Jews.html, questa è la notizia generale http://www.cbn.com/cbnnews/insideisrael/2011/july/pa-law-selling-land-to-jews-punishable-by-death/).

Immagine correlata

Bene, grazie ad alcuni infiltrati, Uvda ha mostrato due personaggi, un arabo chiamato Nasser Nawajiya, membro di Betzelem e un ebreo di sinistra Ezra Nawi raccontare la propria attività di spie e agenti provocatori in questo contesto. Cioè Nawi fingeva di voler acquistare la terra da arabi e quando trovava qualcuno che sembrava disponibile, o un possibile mediatore arabo per questo, li denunciava ai servizi dell'Autorità Palestinese. La televisione ha fatto vedere la sua soddisfazione mentre spiegava che dopo la sua denuncia “l'Autorità Palestinese li prende e li ammazza, ma prima li tortura ben bene”. (http://www.timesofisrael.com/left-wing-israeli-says-he-helps-kill-palestinians-who-sell-land-to-jews/). In sostanza questi signori provocavano la tortura e l'esecuzione di arabi colpevoli solo di essere disposti a vendere della terra ad ebrei. Mai si era visto con tanta chiarezza il grado di odio contro Israele e di fanatica inumanità che anima la parte più estrema della sinistra israeliana. Paragonarli ai terroristi è abbastanza ovvio, perché il loro scopo è indurre il terrore in chi fra gli arabi vuole normalizzare la vita economica con Israele. La rivelazione di questa attività rivoltante ha suscitato una tempesta in Israele, dove si sta discutendo proprio sull'attività di queste Ong "ebraiche" per lo più finanziate dall'estero.

Immagine correlata
Giovanni Quer

E' intervenuto Netanyahu per condannare (http://www.israelnationalnews.com/News/News.aspx/206146), Betzelem ha difeso in maniera molto goffa i due personaggi che le sono legati (http://www.israelnationalnews.com/News/News.aspx/206141), c'è stata una denuncia alla polizia dei due per complicità in omicidio (http://www.jewishpress.com/news/right-wing-ngo-files-complaint-with-police-against-radical-activists-in-land-brokers-scandal/2016/01/08/), è stata un'ulteriore e particolarmente schifosa dimostrazione della complicità dell'estrema sinistra israeliana in questa storia, quando un'altra icona di questo mondo, la giornalista Amira Hass ha scritto e il suo giornale di estrema sinistra Haaretz ha pubblicato il vero nome della persona che aveva registrato le vanterie di Nawi e che per un'ovvia precauzione di sicurezza si era presentata sotto pseudonimo, mettendolo così in pericolo di vita (http://www.israelnationalnews.com/News/News.aspx/206187). Infine Nawi ha cercato di scappare all'estero ed è stato catturato dalla polizia all'aeroporto Ben Gurion (http://www.jewishpress.com/news/police-nab-uvda-left-wing-activist-at-ben-gurion/2016/01/11/) con l'accusa molto grave in Israele di intesa con un agente straniero (http://www.jpost.com/Arab-Israeli-Conflict/Police-Far-left-activist-suspected-of-contact-with-a-foreign-agent-441226). Sono uscite anche nuove prove molto concrete (assegni e altri finanziamenti) sui finanziamenti che Nawi riceveva dalle Ong di estrema sinistra come Betzelem e "Breaking the silence" ed è stata formulata la denuncia per concorso in omicidio, anche perché fra le vittime della coppia militante di provocatori Nawi e Nawajaya ci sono anche alcuni cittadini israeliani che i due hanno cercato di far catturare e uccidere dalle bande palestiniste (http://www.jewishpress.com/news/new-trouble-for-activist-nawi-more-ngo-checks-possible-conspiracy-to-commit-murder/2016/01/12/).

Immagine correlata
Amira Hass

Lascio la conclusione al ministro della difesa Ja'alon: "[I risultati del] rapporto Usda non sono una novità per me. Nel corso degli anni ho incontrato attivisti di sinistra radicale, attivisti per i diritti umani, la cui attività principale è quella di oscurare il volto dello Stato di Israele e l'esercito israeliano. Sotto l'apparenza della cura per i diritti umani, alcuni di essi sono impegnati nell'incitamento contro lo Stato di Israele e, a quanto pare, mettono in pericolo la vita di chi prova a vendere terra palestinese esponendoli all'Autorità palestinese, che li imprigiona e anche li uccide. Tutto sembra loro accettabile nel loro odio, pur di fare del male Israele." Ma aggiungo solo una domanda: perché nessuno parla di questi agenti provocatori omicidi, terroristi finanziati da Ong che a loro volta sono finanziate da Europa e Stati Uniti? Perché questa notizia è stata accuratamente censurata da tutti i media europei?

Immagine correlata
Ugo Volli


http://www.informazionecorretta.it/main.php?sez=90

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui