Riduci       Ingrandisci
Clicca qui per stampare

In attesa del 1° luglio 12/06/2020
Gentile Deborah Fait,il suo articolo del 09.06.2020, mi trova completamente d'accordo,anzi di piu'. Quanto manca, Maurizio Molinari. L'articolo di Daniel Barenboim, personaggio vomitevole, è completamente privo di ogni ritegno. Per cui, dopo la Jebreal ( chi è costei? ), il nuovo direttore del quotidiano ' La Stampa ', ha pensato bene di far scrivere l'articolo ad un personaggio di ' spicco '. Scommetto, che tra un po', ci saranno anche gli articoli di Gad Lerner e Moni Ovadia. Che ne pensa, potrebbe essere cosi'???. Shalom P.S.: a proposito dell'annosa ed anche stucchevole diatriba sui territori contesi, sulla terra dello Stato di Israele, che i palestinisti, considerano completamente loro, vorrei ricordare che nel corso dei millenni, c'è sempre stata, ad Hebron, una presenza ebraica.

Alessandra Gargaro

Gentile Alessandra,
Io penso sia solo una questione di tempo perché sulla Stampa di Torino appaiano articoli dei peggiori nemici di Israele, meglio se ebrei o sedicenti tali perché fa più effetto. Viviamo in tempi duri, peggiori degli anni precedenti, il vecchio politicamente corretto con cui siamo stati tormentati per anni è maturato ed è esploso fino a portare orde di fanatici a distruggere la storia e i suoi monumenti. Per quanto riguarda Giudea e Samaria aspettiamo il 1. Luglio per vedere fino a che punto il mondo desideri il nostro male. Io sono sempre ottimista e credo fermamente nei nostri diritti storici e politici sui territori che gli arabi palestinesi hanno indebitamente occupato.
Un cordiale shalom

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui