Riduci       Ingrandisci
Clicca qui per stampare

Neanche una parola... 28/01/2020
Gent.ma Sig.ra Fait, Ho aperto per caso la TV su Canale5 e ho sentito la Palombelli (moglie dell'ex-sindaco di Roma Francesco Rutelli, detto "il Piacione" o "Ciccio Bello") commemorare - si fa per dire! - l'evento del 27 gennaio 1945. Che fa questa "ineffabile" giornalistucola da strapazzo? Invece di parlare della Shoah, tutto uno sproloquio per la Polonia e il popolo polacco. Non dico di Israele, ma degli Ebrei martiri, MANCO UNA PAROLA. Avrei voglia di scriverle quattro parole secche secche, ma so che mi si farebbero orecchie da mercante. Non potete dire loro qualche parola? L'indirizzo e-mail di Forum forum@mediaset.it Todah rabah e shalom.

Mario Salvatore Manca di Villahermosa

Gentile Mario,
l'ho sentita anch'io e non ho fatto passare nemmeno cinque minuti per risponderle sulla sua pagina di Forum. E' stata davvero indegna nel far passare i polacchi come povere vittime senza dire che i 3 milioni di ebrei polacchi sono stati rastrellati, catturati e ammazzati grazie alla collaborazione di buona parte del popolo con i nazisti che non avrebbero potuto farlo da soli. Aggiungo che dopo la guerra, quando alcuni ebrei ritornarono alle loro case sperando di trovarle libere, furono scacciati e uccisi dagli stessi concittadini polacchi che si erano appropriati di ogni loro bene. Non so se la Palombelli ha letto la mia protesta ma sono certa che molti lo hanno fatto.
Un cordiale shalom

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui