venerdi 24 gennaio 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

La storia di Chanukkah (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






Avvenire e Banksy 23/12/2019
Caro Avvenire, l’articolo “il presepe di Banksy a Betlemme che fa riflettere” è immorale e vergognoso. Mi aspettavo che il Vostro giornale condannasse pubblicamente un artista che fa soldi sul dramma umano, mentre questo non accade. Anzi sembrate quasi compiaciuti dell’arte di questo infame affarista che costruisce un Hotel (non un piccolo albergo, Vs testuali parole!) davanti alla barriera difensiva. Il “ piccolo” albergo a Betlemme Walled Off Hotel ha il costo di un grand hotel: 450 euro a notte per due persone. E se andate su booking tutte le stanze sono prenotate. Altro che arte, una vergognosa pubblicità. Inoltre questo presepe rappresenta una strumentalizzazione della sacra famiglia, obbligata ad essere tutto e il contrario di tutto, arabi e cattolici: tutto ciò che storicamente non sono mai stati! E se il bambino Gesù del presepe potesse parlare, direbbe: “ Sono ebreo! Non posso nascere a Betlemme”, dove oggi nessun ebreo può entrare per il rischio di essere ucciso. E immagino le lacrime del bambino Gesù ebreo nel ricordare Eyal Yifrah, Gilad Shaar e Naftali Fraenkel i tre ragazzi ebrei uccisi come cani dopo essere stati sequestrati. E immagino il pianto del bambin Gesù ebreo nella memoria di Rina Shnerb, 17 anni, uccisa mentre era in gita con il padre e il fratello. E immagino il gemito profondo e commosso del bambin Gesù ebreo mentre abbraccia tutti quanti sono stati scannati, trucidati, accoltellati in Israele solamente perché ebrei. Ma… immagino anche le parole di ringraziamento della sacra famiglia per lo Stato di Israele, che protegge il popolo ebraico da tutti coloro, che vorrebbero vederlo scomparire dalla faccia della terra (vi ricordo che Hamas ha nel proprio statuto l’eliminazione di Israele, stato del popolo ebraico). Un ultimo suggerimento. In questo Natale, fate un bel fioretto: studiate un po’ di geografia e di storia. Vi accorgerete che la verità storica ci porta ad essere dalla parte di Israele, unica democrazia del medio oriente.
Un cordiale shalom

Francesca Berghenti - Associazione Parmense per Israele UDAI

Gentile Francesca,
Pubblico la sua lettera a Avvenire con un piacere immenso perché è un vero capolavoro! Non avrei saputo esprimere meglio l'indignazione e la vergogna per il titolo di Avvenire sull' indegno presepe di Bansky, personaggio che usa il suo odio per Israele per guadagnare milioni di euro. "Il presepe di Betlemme che fa riflettere" è un vero e proprio oltraggio alla figura stessa di Gesù, al popolo ebraico e a tutti i suoi morti. La ringrazio di cuore con tutta la mia stima. Un cordiale shalom
https://www.avvenire.it/mondo/pagine/il-presepe-di-banksy-a-betlemm

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT