venerdi 15 novembre 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Chi sono veramente i palestinesi? Lo spiega lo storico Benny Morris (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






A Avvenire non interessa il genocidio armeno? 01/11/2019

Una nostra lettrice ha inviato una e-mail a Avvenire, eccola:

Caro Avvenire,
mi chiedo sinceramente quale sia la logica dell'articolo di Scaglione.
https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/ora-di-verit-e-di-scontento  

Un articolo che dovrebbe parlare del genocidio armeno, mentre è pieno solamente di "odio" per Trump, che viene identificato con il male, il capitalismo e la superbia. Ho messo odio tra virgolette perchè per i cattolici è vietato odiare il proprio prossimo.. quindi Scaglione non dice e scrive veramente quello che pensa, ma lo sottintende (vergognosamente).
Un articolo che doveva parlare del riconoscimento del genocidio, mentre è un miscuglio di notiziole di politica estera. Un articolo che colpisce Trump per avere i favori del mondo cattolico pauperista, che ama autoflagellarsi perchè vive nel ricco mondo occidentale liberale.
Scaglione afferma: "Piacerebbe a tutti poter credere che i deputati americani abbiano deciso di voltare pagina in seguito a una riflessione storica e morale .. Trump ha di fatto invitato Erdogan ad attaccare i curdi ..ha offerto a Putin l'occasione per espandere ancora il proprio ruolo in Medio Oriente .. già sfuma tra le polemiche l'effetto da campagna elettorale della eliminazione di Al Baghdadi".." Dalle parole di Scaglione, io comprendo:
1) gli americani non fanno riflessioni storiche nè morali
2) Trump è alleato del dittatore Erdogan e quindi è un politico diabolico
3) Trump favorisce l'espansione di Putin ( forse era meglio per Scaglione studiare un po' di più la complessa situazione Medio Orientale)
4) il grande terrorista Al Baghadi è stato ucciso col solo perfido scopo di averne pubblicità Suggerisco a Scaglione di aggiungere qualcosa anche su Israele, che comanda il mondo, tanto per avere ancora di più gli applausi di quel mondo cattolico buonista che ha deciso di non studiare, non leggere, non documentarsi, non interrogarsi.
Cordialmente,

 Francesca Berghenti,
 cattolica ma innamorata di Israele e della Sua capitale Gerusalemme

Gentile Francesca,

Come ha ragione! L'articolo di Fulvio Scaglione non dice assolutamente niente se non che Trump è colpevole di tutto il male possibile, dall'attacco di Erdogan ai curdi e alle manie espansionistiche di Putin. Non fa un'analisi sulla situazione complicata del Medio Oriente e arriva ad accusare il malefico presidente americano persino di aver catturato Al Bagdadi per farsi pubblicità. Un articolo del tutto inutile.
Come lei scrive, mancano solo le accuse a Israele e a quello che è considerato il secondo leader diabolico dopo Trump, Benjamin Netanyahu. Le faccio i miei complimenti per la sua bella analisi e le invio un cordiale shalom
 


Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT