venerdi 20 settembre 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

1929-2019: 90 anni dopo l'orribile strage contro l'antica comunità ebraica di Hebron (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






Omissione sull'11 settembre 12/09/2019
Cara Debora, oggi è l’11 settembre, ho guardato i programmi serali delle televisioni sul giornale e mi sono resa conto che nessuna rete nazionale ha ritenuto di proiettare un film che ricordi la distruzione delle Torri Gemelle. Sono profondamente indignata! Vorrei protestare in qualche modo ma non so come. I Tg sono tutti impegnati a tessere le lodi del governo, i talk show rimbecilliscono, tirami su il morale per favore!

Anna Maria Rustichelli

Gentile Anna Maria,
La sua indignazione è la mia! A parte qualche tv locale nessuna rete nazionale ha avuto la sensibilità di ricordare quella tragedia che ha cambiato il mondo. Cosa vuol farci, il grande mattatore di questi giorni è il novello Conte, sono tutti là ad adularlo, le sue immagini in Italia e in Europa hanno superato il limite della sopportazione. Evidentemente ai media piace chi cambia gabbana nel giro di un battito d'ali. Lei, cara amica, mi chiede come poter protestare e io le rispondo con le parole di una grande donna e di una grande scrittrice, Oriana Fallaci, che, immediatamente dopo l'attentato alla Torri, introduce il suo libro "La Rabbia e l'Orgoglio" con queste parole: " Cercai un taxi, non lo trovai, a piedi mi diressi verso le Torri che non c’erano più e… Dopo non sapevo che fare. In che modo rendermi utile, servire a qualcosa. E proprio mentre mi chiedevo che faccio, che faccio, la tv mi mostrò i palestinesi che pazzi di gioia inneggiavano alla strage. Berciavano Vittoria-Vittoria. Poi qualcuno mi raccontò che in Italia non pochi li imitavano sghignazzando bene-agli-americani-gli-sta-bene e allora, con l’impeto d’un soldato che si lancia contro il nemico, mi buttai sulla macchina da scrivere. Mi misi a fare la sola cosa che potevo fare. Scrivere.”
Un cordiale shalom

Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT