lunedi` 22 luglio 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Danny Danon all'Onu: 'E' tempo di dichiarare guerra all'antisemitismo, anche quello mascherato da odio contro Israele' (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






Perchè citare Trump quando non c'entra niente? 29/06/2019

Gentilissima Signora Fait,
non comprendo il motivo del non benevolo commento di IC sull’articolo di Francesca Paci pubblicato oggi, 27 giugno, da La Stampa con il titolo Fuga dall'Islam, aumentano gli atei tra gli arabi. 1. Nulla nell’articolo suggerisce alcun intento di rassicurare l’Europa o chicchessia (per inciso, l’ateismo non è necessariamente una garanzia, in fatto di rispetto della libertà altrui). Francesca Paci si limita a riferire i risultati di un sondaggio commissionato dalla BBC al centro di ricerca Euro Barometer, che ha intervistato negli ultimi mesi più di 25.000 persone non solo in Marocco e Tunisia, ma in dieci Paesi (tutti quelli del Nordafrica, nonché Sudan, Libano, Giordania, Iraq, Yemen) e nei ‘Territori Palestinesi’. Le domande concernevano diversi argomenti, dall’autoidentificazione come religioso o non religioso al ruolo delle donne, alla propensione ad emigrare. Le risposte che hanno suscitato maggior interesse negli osservatori sono state quelle relative alla personale religiosità: per Paesi in cui essere religiosi è considerato, socialmente, la norma e dopo decenni di ‘risveglio religioso’ musulmano, non era così scontato che il 18%, ossia quasi un quinto, dei giovani tra i 18 ed i 30 anni (fascia di popolazione maggioritaria) di tutti questi Paesi, in un’area che va dal Marocco all’Iraq, si dichiarasse non religioso. 2. Trump è menzionato, nell’articolo, perché solo il 12% di tutti gli intervistati nel predetto sondaggio ha manifestato un’opinione positiva su di lui, contro il 28% che ha espresso apprezzamento per Putin ed il 51% per Erdogan (ma in Libano, Libia ed Egitto è risultato più apprezzato Putin di Erdogan). Il che può non piacere, ma è meglio saperlo.

Con i più cordiali saluti,
Annalisa Ferramosca

Gentile Annalisa,

L'articolo di Francesca Paci, a leggerlo attentamente, dà l'impressione di voler essere una specie di cerotto da mettere sulle paure dell'occidente per il fanatismo religioso islamico. Può essere che il mondo musulmano non sia religiosamente compatto, ma questo è sempre stato, purtroppo senza riuscire e rendere meno pericolosi i fedeli, fanatici o meno. Il motivo sta nell'incapacità dei musulmani "laici" di ribellarsi alle leggi coraniche, incapacità dovuta alla paura e alla consapevolezza che nel loro mondo l'ateismo è punito con la morte. Tutto questo rende purtroppo vana la speranza di una modernizzazione islamica e del rinnovarsi di una cultura pietrificata in un lontano passato. E' logico che i musulmani amino Putin, adorino Erdogan?  che odino Trump è anche vero, il loro odio per l'America è atavico. Non è altrettanto logico che in un articolo in cui parla di religione l'autrice metta in mezzo il presidente americano che, con il discorso, non c'entra niente.
Un cordiale shalom


Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT