venerdi 15 novembre 2019
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Chi sono veramente i palestinesi? Lo spiega lo storico Benny Morris (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui






Una riflessione sull'ebraismo 12/06/2019

Può darsi che, per qualcuno, Israele non sarebbe ancora del tutto, pienamente, il fulgido esempio di democrazia che risplende nel buio islamico del Medio Oriente, se non vantasse anche questo primato. Ma non tutti i primati hanno lo stesso valore… Io invece, come milioni di altri in giro per il mondo, continuerò a restare attonito di fronte a un'immagine distorta di famiglia, in cui il ruolo di una mamma viene limitato al partorire un bimbo o una bimba, per poi essere scalzato da un uomo che, per quanto buono e amorevole, mai potrà essere una figura materna. Così come, ça va sens dire, nel caso opposto, quello delle due donne di cui una dovrebbe fungere da figura paterna, senza tuttavia poterlo essere affatto. Banalmente. Questa pervicace intenzione di una numericamente irrilevante parte dell'umanità di scardinare l'istituzione divina della "echad" costituita da un uomo e da una donna, progettati dal Creatore per continuare l'atto creativo generando figli, ha un grande successo, oggi, tra coloro che si sentono culturalmente più elevati di chi continua a vedere nelle Scritture ispirate dal Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe un'infallibile guida morale e spirituale. E sia pure così, si prendano pure gioco del Santo d'Israele, di Avinu Shebashammaim, che non è morto, non dorme e non sonnecchia; che è lo stesso ieri, oggi e in eterno; la cui bontà dura in eterno, ma il cui giudizio non lascerà impunito chi, stoltamente, dice in cuor suo che Dio non esiste - oppure se ne fa un'immagine adattata alle proprie convinzioni - e vive di conseguenza. Shalom.

Enrico Alberti

Gentile Enrico,
La cosa che rende grande Israele e fa dell'ebraismo la religione più aperta nonostante alcuni soggetti, pochi, tendenti al fanatismo, è la liberta' di pensiero. Israele è una fulgida democrazia, come lei scrive, che comprende i diritti per tutti i suoi cittadini, nessuno escluso. Forse non tutti sono d'accordo nell'accettare il ministro gay e la sua bella famiglia, chi non lo è può esprimere il proprio dissenso in modo civile. Per i cittadini di Israele avere un ministro dichiaratamente omosessuale con compagno e figli non costituisce motivo di sorpresa o di scandalo. I problemi sono altri e gli israeliani che sono molto realisti e moderni non si occupano della vita privata dei loro politici.
Un cordiale shalom


Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT