sabato 31 ottobre 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Perché non esiste ancora uno 'stato arabo palestinese'? La risposta è semplice (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






 

Libri & Recensioni
<< torna all'indice della rubrica
Eric Paradisi - Il parrucchiere di Auschwitz - 03/12/2015

Il parrucchiere di Auschwitz
Eric Paradisi
Longanesi euro 14,90

Immagine correlata

Ci sono storie che sembrano arrivare dall’aldilà, come un monito o una preghiera. Quella – intensa e commovente – proposta da Eric Paradisi nel Parrucchiere di Auschwitz va e viene nel tempo attraverso tre generazioni. Viaggia tra Roma, Parigi e Buenos Aires. Racconta di amori esclusivi e di crimini orrendi, di emigrazioni e di vendette. È una storia che trova il suo centro nell’inferno di Auschwitz, da cui il giovane Maurizio, deportato dal ghetto di Roma, si salverà grazie al suo talento di parrucchiere. Sopravvivrà, ma perderà per sempre l’amata Alba, giovane militante della Resistenza. La scomparsa lascerà una segno indelebile nella sua vita e in quelle delle generazioni successive. Grazie a un efficace montaggio, il romanzo segue l’esile traccia lasciata da una cascata di capelli biondo cenere, quelli di Alba, ma anche quelli delle altre donne. Fino a Flor, la nipote più cara, che attraverso l’arte cerca di rendere omaggio al sacrificio di tanti. E intanto spiega come ritrovare la forza per vivere, pur restando fedeli a un amore al di là della vita e della morte.

Fabio Gambaro - La Repubblica


Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT