martedi` 19 gennaio 2021
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Le parole di Benjamin Netanyahu sull'accordo di pace con il Marocco (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
Lettera aperta a Mentana 29/11/2020
Lettera aperta a Mentana
Di Deborah Fait



Mentana e la crisi, un vero leader della maratona in diretta - Corriere.it
Enrico Mentana

Gentile signor Mentana,
ho avuto modo di sentire l'edizione del suo TG di venerdì 27 novembre e sono rimasta sconcertata da come lei ha dato la notizia dell'uccisione del capo degli scienziati atomici iraniani, Amad Mohsen Fakhrizadeh, cervello dell'Iran terrorista, dell'Iran che predica quotidianamente di eliminare Israele. Lei col suo solito tono di voce che mette ansia a chi l'ascolta, ha parlato di "gravissimo atto di terrorismo…" dando per certo essere stato compiuto da Israele. Può darsi. Netanyahu all'ONU, dopo che il Mossad, con un'azione eccelsa e senza colpo ferire, in una sola notte, aveva rubato a Teheran 50 chili di documenti segreti sul nucleare iraniano, lo aveva detto "Ricordatevi questo nome Amad Mohsen Fakhrizadeh".

TG LA7

Israele non lo ha mai dimenticato ma a questo punto vorrei farle una domanda, signor Mentana: Lei sa cos'è l'autodifesa? Questo scienziato, ormai fortunatamente defunto, stava costruendo un altro reattore e l'Iran, lo sanno anche i bambini, ha intenzione di appropriarsi di gran parte del Medio Oriente che, va da sé, comprenderebbe la distruzione totale di Israele, come promesso da Khamenei e dai generali iraniani. Secondo lei, dunque, Israele non dovrebbe impedire con tutti i mezzi la sua promessa distruzione? Non pensa che qualsiasi paese, minacciato di diventare terra bruciata, avrebbe il diritto/dovere di difendersi in tutti i modi possibili? L'Iran accusa Israele di aver ammazzato Fakhrizadeh, chi può dirlo, certamente non sono stati gli UFO e può anche essere giusta l'ipotesi dell'assassinio di altri leader come Suleimani, al servizio degli ayatollah, da parte di agenti israeliani o forse americani o forse sauditi. In molti detestano la dittatura khomeinista, signor Mentana, Israele però ha una motivazione in più: la vita e una dote in più, il Mossad. Gli unici ad apprezzare l'Iran e la sua dittatura pare siano i politici italiani che spesso vanno in pellegrinaggio dagli ayatollah e che hanno avuto la spudoratezza di coprire le statue dei musei capitolini, censurando l'arte italiana, per non offendere Hassan Rohani, in visita ufficiale. Un'umiliazione e una vergogna che difficilmente saranno dimenticate. Non è la prima volta che lei, Mentana, si esprime con parole avvelenate su Israele ma, per uno strano fenomeno, non viene quasi mai criticato per le sue posizioni, come quando, durante un dibattito, disse la famosa frase: "Israele è una democrazia, non è espressione di un governo golpista, per questo non assolvo la sua popolazione, come non assolvo la popolazione italiana durante il fascismo". Una frase gravissima, equiparare la democrazia israeliana, che dal suo nascere è sempre stata aggredita per la sua totale distruzione, all'Italia fascista, è stata una vigliaccata che però non ha suscitato lo scandalo che avrebbe dovuto. Questi esempi vergognosi sono spesso usati, e non solo da lei, sia in Italia che in altri paesi di un'Europa malata di filoarabismo. Nel salutarla mi sento di dirle che, per mantenere sano il mio fegato, eviterò di ascoltare i suoi telegiornali, anche se gli altri non sono migliori, ma la differenza è che lei, Mentana, è il direttore, non un semplice lettore di notizie, lei fa tendenza e questo è gravissimo.

Risultati immagini per deborah fait
Deborah Fait 
"Gerusalemme, capitale di Israele, unica e indivisibile"


Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT