domenica 05 luglio 2020
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
--int(0)
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Clicca su e-mail per inviare a chi vuoi la pagina che hai appena letto
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Che cos'è il sionismo? Un video per capire da guardare e diffondere (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)


Clicca qui






 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
Stragi palestinesi: segreti che non saranno mai rivelati 29/06/2020

Stragi palestinesi: segreti che non saranno mai rivelati
Commento di Deborah Fait


Quando si tratta di malefatte palestinesi ecco che si mette immediatamente in moto la censura. Vietato parlarne, vietato dire che atti di terrorismo secretati potrebbero essere attribuiti a quella gente che ama il terrorismo più della propria madre.

Sono anni che, dopo le rivelazioni di Francesco Cossiga, il coinvolgimento di terroristi palestinesi nella strage di Bologna, è più di un sospetto.  Era il periodo in cui gli scagnozzi assassini di Arafat scorrazzavano per l'Italia e l'Europa, armati fino ai denti,  pronti ad uccidere e protetti dai governi complici. L'Italia è stata in quel periodo una dei maggiori alleati (forse è meglio dire: complice sottomessa) di Arafat, il Lodo Moro era stato siglato per proteggere i terroristi a patto che non ammazzassero italiani. Moro e i suoi non conoscevano la lingua "palestinese",  non sapevano che la parola d'onore di Arafat era inesistente, era pari al nulla. Arafat parlava, prometteva, piagnucolava, giurava e poi ammazzava!  E ammazzava chiunque, meglio se ebrei ma anche il sangue di altri non lo schifava.

Bene, a Bologna è quasi sicuro che la strage sia stata perpetrata dai palestinesi che scorrazzavano liberamente per l'Italia con bombe, armi e esplosivi. Ma non si può dire! 

E' anche vietato dire che la strage di Ustica, 27 giugno 1980, sia stata provocata dai terroristi del Fplp, Fronte per la liberazione della Palestina.  Durante le trasmissioni televisive per commemorare quella tragedia, nessun telegiornale ha accennato ai palestinesi. Censura. Hanno parlato di bombe, di generali traditori, di missili francesi, di aerei libici ma di bombe palestinesi neanche un accenno.  Eppure si sapeva che la strage di un aereo era preventivata dal Fronte palestinese come rappresaglia per l'arresto di un loro boss.

Carlo Giovanardi ha violato il segreto gelosamente mantenuto per 40 anni. Tutta la documentazione giace da anni in Commissione Moro e nessuno la renderà pubblica perché rivelerebbe le trame dei governi italiani con i terroristi palestinesi negli anni 70/80. Stragi su stragi, tutte coperte dal Lodo Moro, complici i governanti dell'epoca da Moro a Andreotti, a Craxi. Il collegamento tra terroristi palestinesi e governo italiano era tenuto dal colonnello dei carabinieri e uomo di fiducia di Moro, Stefano Giovannone.    

Gli 81 morti di Ustica, e gli 85 morti di Bologna non avranno mai giustizia esattamente come i morti dei due attentati di Fiumicino; di Stefano Gay Tachè assassinato a due anni e tutti i feriti della Sinagoga di Roma i cui assassini sono stati subito liberati,  come l'assalto all'Achille Lauro e l'assassinio di Leon Klinghoffer. Sono solo alcune delle stragi fatte dai palestinesi di cui non bisogna parlare perché sono gli unici terroristi protetti e amati in tutto il mondo occidentale. Inspiegabile, assolutamente inspiegabile.

Risultati immagini per deborah fait
Deborah Fait 
"Gerusalemme, capitale di Israele, unica e indivisibile"

 


Se ritieni questa pagina importante, mandala a tutti i tuoi amici cliccando qui
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT